Home | Moda | Uomini allo specchio
H&M life
H&M life

Uomini allo specchio

Anche se siamo ancora lontani dal rossetto rosso fuoco, l’uomo moderno sta sempre più scoprendo il mondo di correttori, idratanti e autoabbronzanti. Viene da chiedersi: è ora che il make-up attraversi il confine tra i sessi?
Guardati attorno: alle sfilate, per la strada, in TV e sui red carpet i generi si mischiano. Dapprima furono le ragazze a rubare jeans e maglioni ai fidanzati, poi anche questi ultimi hanno iniziato a sgraffignare bluse oversize da indossare come camicie (dico a te, Kanye!). Non sorprende che lo stesso stia avvenendo nei saloni di bellezza, con vari gradi di estremismo.

Tanto per cominciare, dai un’occhiata alle sfilate maschili P/E 2014 di Comme des Garçons e Saint Laurent. La bocca maschile dipinta di rosso (vista da Saint Laurent) non è ancora la norma, ma c’è senza dubbio qualcosa nell’aria che sta pian piano infrangendo il tabù dell’uomo truccato. Sia Tom Ford sia Marc Jacobs hanno di recente lanciato cosmetici da uomo, mentre rubacuori come Harry Styles e Harry Brant non disdegnano una passata di rossetto prima di un autoscatto.

Non che sia una novità. Nell’intera storia della moda, della musica e delle subculture molti uomini hanno usato il make-up per creare un look d’impatto. Mick Jagger e David Bowie l’hanno fatto all’apice del glam rock anni ’70, come Boy George e il suo sèguito di clubbers negli sgargianti anni ’80. Il New Romantic, con i suoi bei ragazzi tutti fard e eye-liner, fece furore nelle periferie inglesi prima di sbarcare oltreoceano e conquistare star del R&B come Michael Jackson e Prince. Persino l’anti-glamour del grunge anni ’90 non ne fu immune – Kurt Cobain con i suoi occhi bistrati e le unghie dallo smalto volutamente scrostato diede origine a migliaia di imitazioni da Seattle a Shibuya.

La differenza è che oggi l’approccio maschile al trucco è decisamente mainstream. “Molti giovani del XXI secolo adorano spalmarsi di ogni sorta di idratanti, autoabbronzanti e prodotti per capelli, nella speranza di migliorare il proprio aspetto,” dice James Anderson, fashion features editor della Bibbia dello stile, i-D. “A volte funziona, a volte proprio no, comunque la vanità maschile non è più motivo di vergogna.” Infatti: che la fissa riguardi la lunghezza della barba, il numero di tattoo o il miglior correttore per le occhiaie, oggi per gli uomini è di rigore curare il proprio aspetto.

Dobbiamo aspettarci di vedere fratelli e fidanzati in mascara e rossetto stile Comme? Non succederà dall’oggi al domani, ma di sicuro in tutte le disco e in tutti i festival musicali del globo si notano tanta voglia e tante opportunità di sperimentare. Per l’uomo moderno e coraggioso si aprono ampie possibilità per l’autoespressione e per giocare ad agghindarsi. James Anderson di i-D, però, avverte: “C’è sempre il rischio di imbattersi in qualche bacchettone che si sente offeso dal tuo viso perfettamente truccato: preparati!” Certo, puoi prepararti, ma bello come sei puoi anche fregartene. (fonte H&M life)

Guarda anche...

Rolling-Stones

Rolling Stones: compie 50 anni “Sympathy for the Devil”

Sympathy for the Devil, la hit più macabra dei Rolling Stones, compie 50 anni e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi