Home | Music Event | Monaci del Surf all'Hiroshima Mon Amour
Monaci del Surf
Monaci del Surf

Monaci del Surf all'Hiroshima Mon Amour

I Monaci del Surf scelgono Torino per presentare “II”.
Torino città magica, vertice del triangolo della magia bianca e di quella nera.
I Monaci, che avevano scelto la chiesa della Gran Madre come sfondo della copertina del primo disco, mettendosi comunque in posa dal lato della “Fede”, ora scelgono uno sfondo tutto d’oro e si piazzano al centro come lottatori di kung fu pronti alla battaglia.
Non indossano più giacche di pelle e jeans, quelle le hanno perse per strada durante questi due anni di tour, durante i quali hanno recuperato un quarto monaco e i loro magici kimono.
E le nuove maschere.
Il concerto di presentazione è il 22 marzo (il titolo dell’album sono 2 uno, la data 2 due) e i Monaci suoneranno 33 brani (2 tre).
Il 21 inizia la primavera, ed è l’equinozio, l’unico giorno in cui luce e buio hanno la stessa durata.
Da quel giorno i druidi e i maghi contano lo scorrere del tempo per fare i calcoli per i loro incantesimi.
Il 22 è quindi il secondo giorno dell’anno, il giorno perfetto per celebrare l’uscita del secondo disco di un gruppo che ha fatto dell’esoterismo il proprio codice segreto (mica tanto).
Il 20 marzo i Monaci si ritireranno con le persone a loro più vicine per un secret party preparatorio, sempre a Torino, dopodichè partiranno veloci per suonare a L’Aquila il 21, e tornare appunto il 22 nella loro città natale, per concludere col botto questa tre giorni, che loro chiamano FESTA EQUINOZIALE UNIVERSALE.
Altri importanti profeti del sound sono stati chiamati a raccolta; prima dei Monaci, all’Hiroshima Mon Amour, suoneranno The Paralyzed, la tribute band Queens of the Stone Age più cattiva che si potesse trovare, e dopo il lunghissimo concerto dei Monaci, convocati da Modena, i giovani Figli del Papa ci andranno pesante con il loro crossover e non mancherà del freestyle, per celebrare un party come solo i master of cerimony dell’hip hop sanno fare.
Proiezioni, banchetti, sorprese e un’atmosfera da caverna metafisca tarantiniana completeranno il quadro.

Monaci del Surf
Monaci del Surf
Monaci del Surf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi