Home | Roma | Camillorè dal vivo al Rising Love, dal folk al balkan passando per il rock
Camillorè

Camillorè dal vivo al Rising Love, dal folk al balkan passando per il rock

Il folk è morto? La risposta è nei live dei Camillorè, sognante formazione pugliese che ha girato mezza Europa totalizzando oltre duecento concerti e importanti partecipazioni che oggi rendono la band una fresca proposta ma anche un nome di riferimento per la scena folk e balkan nazionale.
Nel 2010 si esibiscono sul grande palco del Concertone del Primo Maggio a Roma, successivamente aprono tour per: Gogol Bordello, Bandabardò, Folkabbestia e tanti altri, e adesso si preparano a fare un salto nella loro carriera. Il terzo album si chiama “Il Kaos della Solitudine”, ed è stato realizzato con il supporto di Puglia Sounds Recording, il bando dedicato alle migliori proposte discografiche della nostra terra.
I Camillorè sono una band pugliese formata da 5 musicisti che spazia dal rock al folk, dal jazz al Teatro-Canzone. Dopo una breve raccolta d’esordio di live e inediti “Principe Mio”, hanno pubblicato 3 dischi ufficiali: “Non Mordete le ali alla Cicogna” (S.Muzik), “Graffi e Perle” (Otr/Universal), e l’ultimo, in uscita alla fine dell’ estate 2013, intitolato “Il Kaos della Solitudine” (Materiali Musicali/ Ossigeno). Hanno vinto numerosi festival e premi della critica, e hanno aperto concerti di alcuni artisti italiani e internazionali come Gogol Bordello, Asian Dub Foundation, Bandabardò e Roy Paci.
Hanno anche collaborato con affermati musicisti pugliesi tra cui R.Ottaviano, L.Minafra e M.J.Marzella.
Il 1°maggio 2010 si sono esibiti sul prestigioso palco di Piazza San Giovanni a Roma, e nello stesso anno sono stati ospiti di “E Diela Shqiptare”, importante programma televisivo albanese. Durante gli anni hanno preso parte più volte ad entusiasmanti Speciali di Demo(RadioRai). Nell’estate del ’11 sono stati ospiti dello storico Bari in Jazz. I Camillorè, attraverso una “poetica bizzarra” e una musicalità coinvolgente, ambientano le loro storie nella immaginaria Sghisghigno,terra e dimora di anime sognanti e personaggi surreali guidati da 3 Sacri Ispiratori:
Totò, Eduardo e Fellini. Sul palco Roberto Baratto fisa e tastiera; Gerardo Antonacci basso; Davide Ceddia voce;Marco Malasomma batteria e Gianpiero Fortunato chitarra.

Domenica 6 aprile
Ore 22.30
Rising Love
Via delle Conce, 14 – Roma

Guarda anche...

Sepolcreto-via-Ostiense

Roma. Sepolcreto via Ostiense, a 100 anni dalla scoperta nuove ricerche

A un secolo dalla scoperta del Sepolcreto della via Ostiense la Sovrintendenza Capitolina, in collaborazione …

picasso

Picasso. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925, dal 22 settembre alle Scuderie del Quirinale

È il febbraio del 1917 e in Europa infuria la Grande Guerra. Pablo Picasso, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi