Home | Sony Music | Manic Street Preachers: Walk Me To The Bridge, il nuovo singolo in radio
Manic Street Preachers
Manic Street Preachers

Manic Street Preachers: Walk Me To The Bridge, il nuovo singolo in radio

A soli nove mesi di distanza dall’acclamato Rewind The Film (top 5 nel Regno Unito), undicesimo album da studio della band, i Manic Street Preachers tornano con un nuovo disco, intitolato Futurology, in uscita l’8 luglio 2014.
Registrati ai leggendari Hansa Studios di Berlino e al Faster, lo studio dei Manics a Cardiff, i tredici brani che compongono l’album vedono la band gallese in forma smagliante, addirittura esplosiva. Uno stacco netto rispetto al disco precedente, ma sempre all’insegna di uno stile inconfondibile.
Il primo singolo estratto è “Walk Me To The Bridge” , dalle chiare influenze europee. In una recente conversazione con John Doran di Quietus, Nicky Wire ha parlato del testo del brano, che ha cominciato a prendere forma qualche anno fa. “Qualcuno penserà che la canzone contenga tanti riferimenti a Richey Edwards, ma in realtà parla del ponte di Øresund che collega la Svezia alla Danimarca. Tanto tempo fa, quando attraversavamo quel ponte, stavo perdendo entusiasmo per le cose e pensavo di lasciare la band (il “fatal friend”). ‘Walk Me To The Bridge’ parla dei ponti che ti consentono di vivere un’esperienza extracorporea quando lasci un luogo per raggiungerne un altro”. Secondo James Dean Bradfield, il brano è “una canzone ideale per i viaggi in auto, dal sapore squisitamente europeo e carica di tensione emotiva, con sintetizzatori in stile primi Simple Minds e un assolo di chitarra Ebow alla ‘Heroes’”.
“Walk Me To The Bridge” è in vendita digitale come singolo e come Instant Gratification Track per coloro che preordinano l’album su iTunes.
I brani di ‘Futurology’ si ispirano ai viaggi in Europa, allo spirito pionieristico dell’arte modernista dei primi del ‘900 e allo sperimentalismo del krautrock e della new wave. Racconta Nicky Wire: “Durante la nostra ultima tournée europea ci siamo ritrovati a viaggiare sulle Autobahn ascoltando dischi di Kraftwerk, Neu!, Andy Weatherall, Popol Vuh e Cabaret Voltaire. Percorrere quelle infinite strade futuristiche restando però circondati da antiche foreste suscita una sensazione magica, che ti fa pensare alle colonne sonore che hai in testa mentre attraversi quel paesaggio”.
L’album vede la partecipazione di numerosi special guest. Green Gartside degli Scritti Politti duetta con James Dean Bradfield su “Between The Clock And The Bed”, splendida canzone ispirata a un famoso dipinto di Edvard Munch. L’attrice tedesca Nina Hoss presta la voce a “Europa Geht Durch Mich”, ritmato brano disco punk che è stato accolto con entusiasmo durante il recente tour della band. Gli altri ospiti dell’album sono Georgia Ruth (vincitrice del Welsh Music Prize 2013, i premi della musica gallese), Cian Ciarán (Super Furry Animals), Cate le Bon e H. Hawkline. Futurology è prodotto da Manic Street Preachers, Loz Williams e Alex Silva (The Holy Bible) con mixaggio aggiuntivo di Craig Silvey.
Firma la copertina dell’album l’artista tedesca Catrine Val, che i Manics hanno scelto dopo essere rimasti colpiti dal suo libro Feminist.
I Manic Street Preachers hanno da poco concluso un trionfante tour britannico (“Noi li amiamo ancora, e loro amano ancora il rock e lo spirito di ribellione che porta con sé” – 5*,The Independent) e stanno per tenere dei concerti in Europa prima di partecipare a vari festival nel Regno Unito. Grande attesa anche in Italia per l’arrivo del gruppo che si esibirà per un unico concerto, il 2 giugno 2014 a Bologna, al Rock In Idro 2014.
Festival:
25-29 giugno Glastonbury, Worthy Farm Pilton
11 luglio T in the Park, Balado Kinross-shire
16 agosto V Festival, Staffordshire
17 agosto V Festival, Chelmsford

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

Guarda anche...

Manic Street Preachers

Manic Street Preachers con “International Blue” Il nuovo singolo in radio da venerdì 2 febbraio

Il grande ritorno dei Manic Street Preachers è segnato dal nuovo singolo “International Blue”, già …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi