Home | Moda | Lo stilista Prabal Gurung porta in alto la moda asiatica
Prabal Gurung
Prabal Gurung

Lo stilista Prabal Gurung porta in alto la moda asiatica

Prabal Gurung è uno stilista nato a Singapore e cresciuto in Nepal. Ha iniziato la sua carriera di fashion designer al National Institute of Fashion Technology di Nuova Delhi. Nel 1999 Gurung si trasferisce a New York City, dove fa da stagista per Donna Karan. Nel 2009 lancia la sua prima collezine alla settimana della moda di New York.Tra le sue clienti vi sono Michelle Obama, Leighton Meester e Demi Moore.

Della moda asiatica dice:«Per me è davvero emozionante vedere che questa parte del pianeta, a partire dalla Cina, dall’India e da Singapore, sta diventando sempre più potente. Ora guardando le donne qui è chiaro che il loro stile non è poi tanto diverso da quello che si potrebbe vedere a New York. Probabilmente questo è anche dovuto al fatto che la tecnologia ha reso il mondo più piccolo».

Per omaggiare la sua terra natia, ieri nella sesta edizione dell’Annual Audi Festival di Singapore, ha presentato una nuova collezione ispirata proprio alla tradizione etnica.

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

Guarda anche...

Demi Moore

Demi Moore: ultima vittima dei furti a Hollywood

Demi Moore è l’ultima vittima dei furti a Hollywood. Un guardaroba di abiti di haute …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi