Home | Festival | Iron Maiden, domani sul palco del Rock In Idro
Iron Maiden
Iron Maiden

Iron Maiden, domani sul palco del Rock In Idro

Domenica 1 giugno arriva al Festival il ciclone Heavy Metal, con gli intramontabili Iron Maiden come headliner. La storica band inglese entrata ormai nel mito, ha scelto proprio Rock In Idro per l’unica tappa live nel nostro paese quest’estate.

Il 2013 è stato un altro anno da record per la storica band britannica fondata da Steve Harris a metà degli anni ’70. Il MAIDEN ENGLAND WORLD TOUR ha toccato diversi paesi sia in Europa che in America Latina, con un breve viaggio di ritorno negli Stati Uniti per 7 spettacoli: 30.000 fan per il concerto di Los Angeles, 90.000 biglietti venduti in poche ore per il Rock In Rio in Brasile dove la band ha tenuto il concerto finale del Festival come headliner. Il tour del 2013 si è concluso in Cile con un concerto all’Estadio Nacional di Santiago davanti ad oltre 60.000 fan: “il più vasto pubblico mai accorso per una band britannica da sempre”, come riportato dal quotidiano nazionale La Tercera. Il 2013 ha visto anche un ritorno al Donington Park in Inghilterra, per il 25° anniversario dalla prima performance della band come headliner nella leggendaria “home of rock” nel 1988 durante il Seventh Son World Tour.
Entro la fine del Maiden England tour, la band avrà fatto 102 spettacoli in 32 paesi, per oltre due milioni di fan da quando ha iniziato negli Stati Uniti nel giugno 2012, dimostrando di non aver perso la formidabile passione ed energia che l’ha vista trionfare per tre decenni nell’Heavy Metal mondiale.

Il MAIDEN ENGLAND WORLD TOUR rappresenta quindi un altro importante capitolo della storia degli Iron Maiden e segue da vicino, come grandezza, il Seventh Son World Tour dell’88 sia per la produzione che per i contenuti, proponendo una selezione di hit e brani preferiti dai loro fan tratti dal repertorio degli anni ’80, alcuni dei quali saranno proposti dal vivo per l’ultima volta. Rod Smallwood, manager della band, spiega:
“Come tutti i nostri fan sanno, Maiden England è la terza parte nella Trilogia dei video/dvd usciti nel 1980, questa sarà probabilmente l’ultima volta che faremo una scaletta basata sul repertorio degli anni ’80, e quindi per i fan sarà l’ultima occasione per ascoltare queste canzoni dal vivo. Abbiamo in mente, per le date del 2014, di cambiare spesso la scaletta per rendere il tour il più rappresentativo possibile di tutto il periodo degli anni ’80, scegliendo i brani da questi 3 dvd: Early Days, Live After Death e ovviamente Maiden England, con una sola eccezione degli anni ‘90, i fan sanno di quale canzone sto parlando!”

Gli Iron Maiden sono: Adrian Smith – Chitarra | Nicko McBrain – Batteria | Bruce Dickinson – Voce Steve Harris – Basso | Janick Gers – Chitarra | Dave Murray – Chitarra
Prima di loro vedremo alternarsi sul palco altri nomi eccellenti dell’hard rock come Alter Bridge, Opeth, Black Stone Cherry, Extrema, Hawk Eyes e Skillet.

Gli Alter Bridge, usciti da pochi mesi con il nuovo e attesissimo quarto album in studio dal titolo “Fortress”, hanno iniziato il tour con uno speciale show ad Orlando (Florida) alla House of Blues il 4 ottobre scorso, l’unico concerto negli USA del 2013.
Sono passati tre anni da quando l’album “ABIII” ha debuttato nella Top 10 della UK Album Chart e ora Myles Kennedy (voce), Mark Tremonti (chitarra), Brian Marshall (basso) e Scott Phillips (batteria) sperano, con queste nuove e strepitose canzoni, di consolidare il loro posto al top delle classifiche di tutto il mondo.
“Fortress” è stato prodotto con l’ausilio del produttore di sempre della band, Michael ‘Elvis’ Baskette (Stone Temple Pilots, Incubus, Trivium) e registrato nel suo studio in Florida. Attraverso le altre 12 canzoni, in “Fortress” è chiaro che gli Alter Bridge sono tornati per ribadire il loro status, che è quello di essere una delle più importanti band hard rock del momento.

Gli Opeth, band formatasi a Stoccolma nel 1990, rappresentano da più di due decenni una delle più interessanti band progressive/ death metal scandinave in circolazione.
Il nome del gruppo si ispira a quello della città della Luna (Opet) del libro “L’uccello del sole” di Wilbur Smith.
Oltre ad avere come punti di riferimento gruppi come Slayer, Black Sabbath, Celtic Frost e King Diamond, gli Opeth dal punto di vista stilistico nascono come una band death metal, affondando le proprie radici nelle classiche sonorità del genere. Al death metal vengono accostate influenze progressive rock anni settanta (sul genere di Camel, Pink Floyd e Genesis) ed una gran quantità di spunti e contaminazioni blues, jazz e soprattutto gothic metal, uno stile gotico che spesso fa da background a molte loro composizioni. Il risultato è un tipo di musica molto originale, difficile da classificare, che ha ricevuto molti appellativi tra cui “progressive death metal”, che probabilmente è quello che più gli si addice.

I Black Stone Cherry sono una band originaria di una contea del Kentucky, dove la mancanza di opportunità di svago ha fatto si che i futuri membri del gruppo focalizzassero tutto il loro interesse nella musica. Pratica abituale per la zona visto che tutti i membri del gruppo hanno tradizioni musicali in famiglia. Il padre e lo zio di John Fred sono infatti membri dei Kentucky Headhunters (vincitori di un Grammy); lo zio di Jon era un batterista jazz; il nonno di Chris costruiva chitarre. Chris, John e Fred iniziarono a suonare insieme da ragazzini, e poco dopo si unirono Jon e Ben. La band si formò ufficialmente il 4 giugno del 2001, iniziando a suonare nella sala prove che usavano gli stessi Kentucky Headhunters. Con l’espansione della loro popolarità decisero di registrare le loro canzoni. Nel 2006 viene pubblicato il loro primo album in studio dal titolo omonimo “Black Stone Cherry”, al quale fanno seguito nel 2008 “Folklore and Superstition” e nel 2011 “Between the Devil and the Deep Blue Sea”. Dallo stile musicale assai vario, la musica dei Black Stone Cherry è spesso paragonata a quella dei Lynyrd Skynyrd e dei Black Crowes, con influenze anche dai Led Zeppelin. Alcune canzoni dal sound più heavy ricordano i Soundgarden e gli AC/DC, ma anche i Metallica degli anni ’90, con riff di chitarra simili a quelli dei Guns N’ Roses ed in altre canzoni agli ZZ Top. Benché le loro influenze si facciano sentire sono riusciti comunque a sviluppare un loro personalissimo stile, molto potente e diretto.
In primavera è prevista l’uscita del loro quarto album in studio.

Iscriviti alla Newsletter (16466)

Guarda anche...

Bruce Dickinson: il frontman degli Iron Maiden al comando del volo Olbia-Torino

Chissà cosa hanno pensato i passeggeri del volo Olbia-Torino quando il loro comandante ha annunciato …

Iron Maiden

Iron Maiden: il 24 luglio in concerto al Postepay Rock in Roma

Gli Iron Maiden il 24 Luglio saranno a Roma nel ruolo di headliner dell’edizione 2016 …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi