Home | Universal | Beatles: tornano in mono dal 9 Settembre
Beatles
Beatles

Beatles: tornano in mono dal 9 Settembre

I Beatles in mono: così i Fab Four venivano ascoltati durante gli anni ’60 quando il mono era il formato audio maggiormente diffuso. Ed anche quando, fino al 1968, per ogni album dei Beatles veniva realizzato sia un mix monofonico che uno stereo, la band ha sempre considerato il primo come quello principale.

Il 9 settembre 2014 verranno pubblicati in vinile da 180 grammi i nove studio album monofonici Inglesi, la versione americana di Magical Mystery Tour e Mono Masters, la raccolta di brani non inclusi negli album, con un nuovo mastering realizzato partendo dai master analogici. Gli LP dei Beatles vengono così riproposti esattamente come vennero resi disponibili in origine, sia da un punto di vista del suono che per il packaging, grazie alla fedele riproduzione degli artwork originali.

Ogni album sarà disponibile singolarmente o in un esclusivo Box in edizione limitata che include un libro di 108 pagine con rare foto in studio dei Beatles, affascinanti immagini di documenti d’archivio, articoli ed annunci da pubblicazioni degli anni ’60, nuovi saggi ed una dettagliata analisi del nuovo processo di mastering realizzata dal produttore ed autore radiofonico Inglese Kevin Howlett.

Grazie ad un approccio audiofilo per una resa quanto più reale possibile, i tanto apprezzati album mono dei Beatles sono stati rimasterizzati partendo dagli originali master da un quarto di pollice presso gli studi di Abbey Road dall’ingegnere del suono Sean Magee e dal supervisore al mastering Steve Berkowitz, entrambi vincitori di un Grammy Award per il loro lavoro svolto negli studi di registrazione.

A differenza dei CD contenuti nel box The Beatles In Mono pubblicato nel 2009 realizzati dai remaster digitali, per questo nuovo progetto in vinile Magee e Berkowitz hanno svolto il lavoro senza usare nessuna tecnica digitale ma utilizzando lo stesso metodo usato durante gli anni ’60 e seguendo le dettagliate specifiche di incisione riportate dagli ingegneri che lavorarono alle pubblicazioni originali.

Lavorando ad Abbey Road nella stessa sala dove la maggior parte degli album dei Beatles vennero incisi, la coppia ha prima dedicato diverse settimane ad un ascolto approfondito per una comparazione tra i nastri e la prima stampa dei vinili realizzati negli anni ’60, usando un registratore professionale Studer A80 per la riproduzione dei preziosi nastri ed un Neumann VMS80 per realizzare le nuove incisioni.

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

Guarda anche...

Ringo Starr

Ringo Starr presto “Sir” come Paul McCartney

Ringo Starr come Paul McCartney verrà insignito del titolo di ‘Sir’, l’ambito cavalierato concesso direttamente …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi