Home | Roma | Arcade Fire, profondi ed emozionanti al Postepay Rock in Roma
Arcade Fire

Arcade Fire, profondi ed emozionanti al Postepay Rock in Roma

Gli Arcade Fire, ieri sera si sono esibiti al Postepay Rock in Roma, senza deludere le aspettative dei fan; oggi saranno in concerto al Castello Scaligero di Villafranca di Verona.

Il gruppo canadese capitanato dal frontman Win Butler, torna a risplendere con il nuovo singolo “We Exist” in radio da venerdì 27 giugno.
Il brano è estratto dall’album “REFLEKTOR”, pubblicato ad ottobre, che ha conquistato la Top 10 della classifica iTunes di tutto il mondo compreso l’Italia.

Profondi ed emozionanti , ma anche divertenti e sempre sorprendenti gli Arcade Fire si formano a Montreal ed emozionantial e debuttano nel 2004 con l’acclamatissimo album di esordio, Funeral.
Del progetto fanno parte Win Butler e sua moglie, la politstrumentista Regine Chassagne, piu’ un variegato gruppo di musicisti la cui collaborazione contribuisce a creare il sound che contraddistingue il gruppo.
Un misto di indie rock e diversi altri strumenti, come archi e violini, pianoforte e arpa con testi composti sia in inglese che in francese. Il loro secondo album, Neon Bible, pubblicato nel 2007, li consacra come una delle band piu’ amate da pubblico, critica e colleghi. Nello stesso periodo Butler e Chassagne vengono chiamati sul palco da Bruce Springsteen durante un suo concerto: assieme al Boss e alla E Street Band suonano due canzoni, tra cui la loro Keep the car running.

L’ennesima e definitiva consacrazione internazionale arriva pero’ con The Suburbs (2010), la loro terza fatica in studio, con cui conquistano il Grammy Award come miglior album dell’anno, aggiudicandosi anche 2 Brit Awards. Il quarto capitolo della saga degli Arcade F ire e’ Reflektor, un album doppio pubblicato a fine ottobre e subito diventato uno dei dischi piu’ attesi e acclamati dell’anno: ha il classico sound degli Arcade Fire, unito a ritmi caraibici e influenze dance.

Prodotto da James Murphy degli LCD Soundsystem, e’ il risultato di un viaggio ad Haiti, terra di origine di Regine Chassagne.
Un tentativo (riuscito) di rinnovamento di una band all’apice della popolarita’ ma che non ama certo uniformarsi alla media.

Non a caso infatti il gruppo ha conquistato da subito ammiratori celebri tra cui David Bowie (che presta anche la sua voce ai cori in un brano di Reflektor), Bono e Chris Martin che volentieri si prestano a gag e siparietti con la band: Bono e’ infatti comparso mascherato nel video di Here Comes the Night Time, utilizzato per lanciare Reflektor, mentre Chris Martin si e’ esibito come dj, anche lui mascherato, durante un loro recente showcase londinese.  

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

Arcade Fire
Arcade Fire
Arcade Fire
Arcade Fire
Arcade Fire
Arcade Fire
Arcade Fire

Guarda anche...

Auditorium-Parco-della-Musica-di-Roma

Black Days per la cultura. Ecco l’iniziativa dell’Auditorium Parco della Musica di Roma

Non solo Black Friday, ci sono anche i Black Days per la cultura. L’iniziativa è …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi