Home | Firenze | Eels, parte da Firenze il nuovo tour italiano
Eels
Eels

Eels, parte da Firenze il nuovo tour italiano

Una parentesi acustica, un libro e pure un premiatissimo documentario per la BBC in cui ha ripercorso la tormentata vita del padre, il fisico quantistico Hugh Everett III. Adesso, per Mark Oliver Everett, anima e leader degli Eels, è tempo di rimettere mano alla band, gioiellino della scena indie a stelle e strisce che da quasi venti anni scivola tra indie-rock e folk, alt-country e jazz fusion.

Giovedì 17 luglio al Teatro Romano di Fiesole – ore 21,30 – va in scena la prima delle due date che lo riportano in Italia, a poco più di un anno dal pienone all’Alcatraz di Milano.

In primo piano il nuovo album “The Cautionary Tales of Mark Oliver Everett”, undicesimo full-length per Mr. E, descritto dalla critica come “la testimonianza straordinariamente vivida e intima di una battaglia personale”.

“E’ un disco ispirato a qualcosa che ho passato – spiega lo stesso artista – qualcuno che ho perso per una scelta di cui poi mi sono pentito. Finché non mi sono reso conto del mio ruolo in questo non ho capito che stavo iniziando ad andare verso qualcosa di utile. L’esperienza mi ha trasformato. Questa è la versione musicale di quell’esperienza. Spero che possa essere un esempio per altre persone, che possano imparare dai miei errori”.

In attività dal 1996, 11 album all’attivo, quella degli Eels è una storia in continuo divenire che ruota intorno alla non facile vita di Mark Everett, cresciuto in una famiglia segnata da malattie e suicidi. Incasellata nel calderone “indie”, la band ha in realtà un ampio spettro sonoro, in cui è facile scorgere levigate basi lo-fi e folk, ma anche schegge grunge e divagazioni hip hop. Un sound intimista e lontano dalle mode che arriva dritto al cuore.

Grande è il seguito del gruppo in Europa, a cominciare dal Brit Award conquistato a sorpresa nel 1996, con quella meraviglia di album chiamato “Beautiful Freak”. Al genio elegiaco di Mr E. deve qualcosa anche Hollywood: “Shrek”, “American Beauty”, “Road Trip”, “Hell Boy II” e “Yes Man” sono solo alcuni film che hanno attinto dalle sue musiche per le colonne sonore.

Iscriviti alla Newsletter (16493)

Guarda anche...

Gualchiere di Remole

Firenze. Archeologia narrante alle Gualchiere di Remole

Un itinerario culturale che diventa spettacolo teatrale, secondo l’innovativo metodo dell’archeologia narrante. Questo è “I …

Francesco Gabbani

Francesco Gabbani al Musart Festival di Firenze

Un ritorno da trionfatore, quello di Francesco Gabbani al Musart Festival di Firenze. L’anno scorso …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi