Home | Firenze | Jonathan Wilson in concerto a Firenze
Jonathan Wilson
Jonathan Wilson

Jonathan Wilson in concerto a Firenze

La scorsa primavera ha incantato il pubblico italiano con tre splendidi concerti in versione teatrale. Musica ad altissimi livelli, tra virtuosismi mai fini a se stessi e trascinanti suite che hanno proiettato il pubblico nella California dei Seventies.
A pochi mesi, Jonathan Wilson concede un’ulteriore chance ai tanti fan italiani: venerdì primo agosto sarà alla Cavea del Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze per una delle due tappe italiane del nuovo tour europeo.

Con l’acclamato “Gentle Spirit” del 2011, e con il suo follow-up del 2013 “Fanfare”, tutto il mondo è venuto a conoscenza del prodigioso talento di Jonathan Wilson. “Fanfare” è un’ambiziosa produzione di grandioso rock epico che prosegue il percorso di rilettura in chiave moderna e rivisitata del “Laurel Canyon sound”, dal nome del celebre quartiere losangelino dove trovarono rifugio e ispirazione Jim Morrison, The Byrds, Buffalo Springfield e tanti nomi noti dei ‘60/70.
Non a caso il disco vede la partecipazione, in veste di ospiti, di alcuni dei protagonisti fondamentali della scena rock californiana degli anni ’70, quali Graham Nash, David Crosby e Jackson Browne.

Registrato da Wilson su nastro analogico nei suoi Fivestar Studios ad Echo Park (L.A.), “Fanfare” riflette la cura maniacale e l’attenzione al dettaglio che è tipica di un artigiano del suono. Molti sono gli strumenti che contribuiscono a delineare i paesaggi sonori in continuo mutamento, sospesi tra folk, progressive, psichedelia e musica da film del disco: archi, fiati, un’intera orchestra in alcuni brani, un pianoforte Steinway e le immancabili chitarre a creare intriganti giochi virtuosistici.

Nelle parole dello stesso Jonathan Wilson, “‘Fanfare’ è una parola che rappresenta un’esibizione eccentrica, uno sfrontato movimento di energia, una celebrazione del suono. Qualcosa che annuncia un arrivo, un’occasione speciale, e che non segue regole”. Una definizione perfetta per la sua musica, al di fuori di classificazioni di genere e logiche codificate.

Iscriviti alla Newsletter (16493)

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi