Home | In Attualità | Iraq, diga di Mosul ai curdi
diga di Mosul
diga di Mosul

Iraq, diga di Mosul ai curdi

In una lettera al Congresso, il presidente americano Barack Obama ha spiegato di aver autorizzato gli attacchi aerei contro i jihadisti dello Stato islamico che controllavano la diga di Mosul, nel nord dell’Iraq, per proteggere gli interessi americani.

“La sera del 15 agosto 2014 le forze militari americane hanno avviato operazioni aeree mirate in Iraq – ha scritto Obama nella missiva indirizzata al presidente della Camera dei rappresentanti, John Boehner, e al numero due del Senato, Patrick Leahy – queste operazioni militari saranno limitate per portata e durata in quanto necessarie a sostenere le operazioni delle forze irachene per conquistare e consolidare il loro controllo su questa importante infrastruttura”.

“La perdita della diga di Mosul potrebbe minacciare la vita di tanti civili, mettere in pericolo personale e strutture degli Stati Uniti, compresa l’ambasciata a Baghdad, e impedire al governo di Baghdad di garantire servizi essenziali alla popolazione”, ha sottolineato Obama.

Coperte dall’aviazione americana, le forze curde hanno riconquistato ieri la diga di Mosul, che era finita nelle mani dei jihadisti il 7 agosto scorso. Secondo le autorità americane, tra sabato e domenica sono stati messi a segno 23 raid aerei, che hanno distrutto mezzi militari e un posto di controllo dei jihadisti.

Iscriviti alla Newsletter (16376)

 

Guarda anche...

unicef

Unicef. Iraq: oltre 5 milioni di bambini hanno bisogno di aiuto umanitario immediato

Dal 2014, in Iraq sono stati uccisi 1.075 bambini, 152 nei primi sei mesi del …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi