Home | Festival | Amanda Sandrelli protagonista del Ravello Festival
Amanda Sandrelli
Amanda Sandrelli

Amanda Sandrelli protagonista del Ravello Festival

Stasera (26 agosto) il teatro sarà protagonista del RAVELLO FESTIVAL con AMANDA SANDRELLI nello spettacolo Oscar e la dama in rosa, tratto dal libro di Eric-Emmanuel Schmitt, drammaturgo francese di straordinario successo, già autore del fortunatissimo Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano. Una favola tenera e malinconica il cui racconto è accompagnato dalle musiche di Giacomo Scaramuzza, con la regia di Lorenzo Gioielli. Lo spettacolo di beneficenza è promosso dalla Fondazione Umberto Veronesi che, con il progetto Gold for Kids nato nel 2014, sostiene le cure mediche e promuove la divulgazione scientifica nell’ambito dell’oncologia pediatrica (Belvedere di Villa Rufolo – chiusura cancelli ore 21.25).

DOMANI (27 agosto) sarà la volta dell’ensemble CHANTICLEER, che animerà il RAVELLO FESTIVAL con lo spettacolo The Gipsy in my Soul. Un’orchestra vocale formata da dodici voci maschili che proporrà in maniera brillante e disinvolta una selezione di pagine importanti della letteratura vocale, dal Rinascimento al jazz, passando per il gospel, con un approccio frizzante e personale. Le dodici voci, dal controtenore al basso, che compongono l’ensemble si fondono perfettamente tra loro e fanno degli Chanticleer il coro più richiesto ed acclamato del panorama internazionale: vincitore di un Grammy Award come miglior ensemble e nominato Ensemble of the Year dal Musical America nel 2008 (Auditorium Oscar Niemeyer – chiusura cancelli ore 21.25).

VENERDÌ (29 agosto) PAMELA VILLORESI si esibirà al RAVELLO FESTIVAL nello spettacolo Memorie di una Schiava, liberamente tratto dal libro “Spedizione al Baobab” di Wilma Stockenstrom. Le memorie di una schiava, il suo desiderio di opporre resistenza alla vita, sono il punto di partenza di un poetico monologo, dove l’io narrante induce a riflettere sulla schiavitù contemporanea che, con nuove forme di costrizione, continua a negare la libertà e la dignità umana. La regia di Gigi Di Luca si muove su più piani narrativi, dove parole ed immagini si mescolano alle musiche eseguite dal vivo da Baba Sissoko (Villa Rufolo – chiusura cancelli ore 21.25).

SABATO (30 agosto) al RAVELLO FESTIVAL torna la musica sinfonica con l’ORCHESTRA FILARMONICA DELLA REPUBBLICA ARMENA diretta da Eduard Topchjan, formatosi tra gli altri con Sir George Solti, Claudio Abbado e Nello Santi. L’ensemble eseguirà un programma interamente dedicato ai capolavori della grande scuola sinfonica di matrice russa, connotata da grande virtuosismo strumentale. Attiva dal 1925, l’Orchestra Filarmonica della Repubblica Armena ha eseguito tutte le pagine principali del repertorio classico, dedicando attenzione particolare all’interpretazione ed alla diffusione della musica nazionale (Belvedere di Villa Rufolo – chiusura cancelli ore 19.55).

Continuano, inoltre, gli appuntamenti della rassegna “Il Festival tra la gente”, GIOVEDÌ (28 agosto) “The great Jazz Gig in the Sky”, uno stimolante incontro musicale che coinvolge tre dei più interessanti esponenti della nuova generazione del jazz Italiano: il basso di Marco Bardoscia, il sax di Raffaele Casarano e la “voce-orchestra” di Boris Savoldelli in un’originale rilettura del disco capolavoro dei Pink Floyd: The dark side of the moon.
DOMENICA (31 agosto) il pianista Simone Pionieri in concerto presenterà una reinterpretazione delle opere più belle di Mozart.

Anche quest’anno il Ravello Festival 2014, con oltre 60 appuntamenti tra musica, danza, teatro, arte e tanto altro, si conferma tra le rassegne di punta del panorama italiano. A un mese dalla sua chiusura, prevista per il 20 settembre prossimo, il Festival ha già tagliato un primo traguardo importante, raggiungendo e superando la cifra di incasso da botteghino fissata nel bilancio previsionale. Mancano ancora tredici appuntamenti alla fine del Festival e, se si tiene conto anche solo dell’ammontare già incassato in prevendita, gli introiti da biglietteria superano la cifra di 450mila euro, record assoluto nella storia della manifestazione. I biglietti emessi, fino alla data del 22 agosto, sono stati oltre 11.400. A ciò bisogna aggiungere il notevole consenso di pubblico suscitato dalle quattro mostre di arti visive – tra cui quelle di Tony Cragg e di Wang Guangyi – tuttora in corso in Villa Rufolo.

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

Amanda Sandrelli
Amanda Sandrelli
Amanda Sandrelli
Amanda Sandrelli

Guarda anche...

cortoLovere

cortoLovere – Festival Internazionale di Cortometraggi: annunciati i primi ospiti

Tutto pronto per la 21ma edizione di cortoLovere che animerà per sei giorni – dal …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi