Home | Tour 2014 | Stef Burns League, seconda tranche del 'Roots & Wings Tour'
Stef Burns

Stef Burns League, seconda tranche del 'Roots & Wings Tour'

Dopo l’esordio con What Doesn’t Kill Us, esce Miracle Days secondo singolo, e video, tratto dall’album ROOTS & WINGS (Ultratempo/Self) della SBL Stef Burns League, band con cui STEF BURNS porta sul palco l’energia e l’entusiasmo che lo caratterizzano, e alla quale si è aggiunto di recente il nuovo chitarrista Vince Pastano.
Il tour invernale nei club, organizzato da ULive, partirà il 13 novembre da Trieste e toccherà un po’ tutta Italia.
Con Stef Burns, voce e chitarra, completano la formazione alcuni musicisti d’eccezione da tempo nella sua orbita: Vince Pastano alla chitarra (che ha condiviso con Stef il palco anche nell’ultimo tour di Vasco Rossi), Paola Zadra (basso) e l’olandese Juan Van Emmerloot (batteria) a formare la potente sezione ritmica.

Calendario: 13 Muggia (Trieste), T. Verdi; 14 Vignole (Alessandria), Area 51; 15 Moncalieri (Torino) Nuovo McRyan; 16 Milano, Le Scimmie; 18 Brescia, Seconda Classe; 19 Vicopisano (Pisa), Blitz; 21 Villaguardia (Como), Tartaruga; 22 Levizzano (Modena), Pub l’Artista; 23 Perugia, Afterlife.

ROOTS & WINGS è un lavoro in cui a fare la differenza, sono la varietà di stili e una produzione che, allo stesso tempo, appare old school, ma anche terribilmente moderna: rock classico che strizza l’occhio agli anni settanta e ottanta, quelli della sua formazione, ma che non ha paura di confrontarsi con il presente e di lasciarsi alle spalle alcune certezze del suo passato solista.
Per la prima volta, infatti, il chitarrista americano si presenta nella triplice veste di autore, musicista, ma soprattutto cantante e lo fa con una naturalezza sorprendente dimostrando anche di potersi confrontare su più registri. Gli echi musicali sono molteplici e continui e rimandano tanto alle esperienze personali di Stef (l’Alice Cooper più radiofonico, le melodie di Vasco e una spruzzata di Huey Lewis & the News), quanto ai gruppi amati nel corso della propria vita, tra i quali spesso fanno capolino Queen, Van Halen e Foo Fighters, con il faro dell’idolo Jimi Hendrix sempre stabile all’orizzonte: What Doesn’t Kill Us, Something Beautiful, Home Again, e la title track sono i pilastri di un disco che non finisce di stupire nemmeno dopo diversi ascolti.

Iscriviti alla Newsletter (16376)

 

Stef Burns
Stef Burns
Stef Burns
Stef Burns

Guarda anche...

Stef-Burns

Stef Burns, Claudio Golinelli e Will Hunt: parte il 4 dicembre da Palermo “The Christmas Tour”

Tre tour e migliaia di chilometri macinati negli ultimi due anni, quasi ogni sera oltre …

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi