Home | Universal | Queen: da oggi in digitale e da domani nei negozi l'atteso 'Queen Forever'
Queen
Queen

Queen: da oggi in digitale e da domani nei negozi l'atteso 'Queen Forever'

È finalmente disponibile “QUEEN FOREVER”, il nuovo album dei Queen con Freddie Mercury. L’album è disponibile in edizione Standard 1 CD con 20 tracce e in un set da 2 CD con 36 tracce per celebrare lo straordinario percorso musicale di una delle rock band più grandi di tutti i tempi.

“QUEEN FOREVER”, da oggi negli store digitali e da domani in tutti i negozi tradizionali, contiene tre brani inediti: l’attesissimo duetto tra i QUEEN e MICHAEL JACKSON “THERE MUST BE MORE TO LIFE THAN THIS”, il brano “LET ME IN YOUR HEART AGAIN” che arriva dalle recording sessions di “The Works” (del 1984), e una nuova versione in collaborazione con Giorgio Moroder del primo lavoro solista di Freddie Mercury “LOVE KILLS”.

Il resto della tracklist è composto da hit dei Queen, brani classici e nuovi take di canzoni ben conosciute, affiancate a registrazioni che Brian May descrive come “cose a cui abbiamo lavorato insieme e che sono rappresentative della nostra crescita forse più delle grandi hit”; una collezione messa insieme dallo stesso May e Roger Taylor che rappresenta il meglio del meglio delle canzoni d’amore dei Queen, la loro potenza compositiva, l’amore per la sperimentazione e lo sviluppo straordinario di una delle band più importanti del mondo.

Da quando ad inizio anno, parlando alla conferenza stampa prima del loro tour in Nord America con il cantante Adam Lambert, May dichiarò: “Avevamo un po’ più materiale del previsto chiuso in un cassetto, quindi al momento stiamo lavorando su alcuni pezzi. Freddie suona fresco come ieri.” , l’attesa per questi nuovi brani con Freddie Mercury è stata altissima.

Il duetto tra i QUEEN e MICHAEL JACKSON “THERE MUST BE MORE TO LIFE THAN THIS” è nato da una canzone scritta da Freddie Mercury durante le sessioni per registrare l’album “Hot Space” (1981).
La band registrò una backing track e MERCURY andò a trovare MICHAEL JACKSON in studio a Los Angeles dove stava registrando ma non si arrivò mai ad una versione definitiva.
I Queen ripresero in mano la traccia nel 1984, durante le registrazioni di “The Works”, ma ancora non in forma definitiva. Un anno dopo una versione solista della canzone appare nell’album di debutto di Freddie, “Mr Bad Guy” (1985).
Questa nuova produzione di una ballata di tale impatto si fonde con la backing track originale dei Queen, le voci indimenticabili di Mercury e Jackson, ed è stata prodotta e remixata dal celebre producer William Orbit (Robbie Williams, Madonna).

Parlando del suo coinvolgimento, Orbit ha detto: “Conosco Roger da molti anni, e un giorno mi chiama al telefono per chiedermi se mi sarei imbarcato in una nuova avventura musicale. Quando l’ho suonata per la prima volta nel mio studio, ho aperto un forziere di delizie fornite dai musicisti più grandi di sempre.
Sentire la voce di Michael Jackson è stata un’emozione. Così vivida, così straordinaria, così toccante, è stato come averlo lì in studio dal vivo. E lavorare al mix di Freddie sul mio desk non ha fatto che aumentare la mia ammirazione per il suo talento. L’attitudine alla musica di tutti e quattro i Queen è fenomenale. Roger, un uomo straordinario pieno di talento che ho sempre ammirato.
Le parti originali di basso di John Deacon con la loro fluidità magica, che mi ha reso molto facile capire dove posizionare un rinforzo. Il piano originale di Freddie che si porta dietro la maggior parte del DNA di un pezzo. Brian, buona la prima, un intreccio di dita, e lo spirito di MJ sempre presente tra noi, a mandarci brividi lungo la schiena.”

Forse la più grande rivelazione di “QUEEN FOREVER” è il brano di Brian May “LET ME IN YOUR HEART AGAIN”. La canzone è stata registrata per la prima volta durante le lavorazioni dell’album “The Works”, ma all’epoca non era stata completata ed è rimasta in un cassetto da allora.
Un’autentica perla che arriva dall’epoca d’oro di “Radio Ga Ga” e “I Want To Break Free”, questa traccia dei Queen, mai sentita prima,mette in mostra la voce senza tempo di Freddie e ospita nuove registrazioni di Brian e Roger per quanto riguarda le parti di chitarra e le backing vocals.

Questo pezzo fantastico, che ci raggiunge quasi 30 anni dopo il primo take della voce di Freddie, ha dato il via alla campagna di Coca-Cola e (RED) “SHARE THE SOUND OF AN AIDS FREE GENERATION”. Il brano è disponibile su iTunes dal 3 novembre e i proventi andranno alla lotta contro l’AIDS.

“Sono passati 23 anni da quando abbiamo perso il nostro amato Freddie Mercury“, ha commentato Brian May. “Da allora, sono stati fatti progressi enormi nella lotta all’AIDS, ma non possiamo cullarci sul fatto che esistono delle cure. Dobbiamo assicurarci che esse vengano fornite. Io e Roger siamo fieri di poter consegnare questa canzone riscoperta alla campagna (Coca-Cola) RED, nella speranza che la potente voce di Freddie possa ispirare il mondo, ancora una volta.”

Il terzo inedito “LOVE KILLS” è stata scritta nel 1984 da FreddieMercury e dal celebre produttore e compositore Giorgio Moroderper la soundtrack del film “Metropolis” di Fritz Lang, un classico del muto a cui Moroder ha aggiunto una colonna sonora pop che ospita molti grandi artisti.
Freddie Mercury ha registrato una versione dance di grande impatto del pezzo che è diventato il suo singolo di debutto nel 1985, sebbene tutti e quattro i Queen suonino nella traccia originale.
All’inizio del recente tour con Adam Lambert, Brian May ha proposto di aggiungere questa potente ballata alla scaletta del concerto, ed è diventato uno dei momenti più memorabili dello show.
Questa nuova versione Queen-Freddie è modellata secondo lo stesso stile e arricchisce l’originale con alcune nuove parti di chitarra e batteria di May e Taylor, la cornice perfetta per una delle performance vocali di Freddie più cariche di adrenalina.

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

 

Queen
Queen
Queen
Queen
Queen

Guarda anche...

Freddie Mercury

Freddie Mercury rivive nel trailer di Bohemian Rhapsody, il film sulla storia dei Queen

Il mito dei Queen rivive nell’interpretazione – e la straordinaria somiglianza – di Rami Malek, …

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi