Home | Interviste | Lello Analfino & Tinturia: l’intervista per il nuovo album ‘Precario’
Tinturia

Lello Analfino & Tinturia: l’intervista per il nuovo album ‘Precario’

Il 10 ottobre è uscito ‘Cercasi Rivoluzione’ il secondo singolo dei Tinturia, storica band siciliana guidata dal leader Lello Analfino.

‘Cercasi Rivoluzione’ è contenuto  in ‘Precario’ il nuovo disco prodotto da Roy Paci contenente 7 tracce e un DVD registrato dal vivo a Catania con tutti i successi dei Tinturia.

Le novità per la band siciliana non finiscono qui infatti il 27 ottobre è partito ‘Uniweb Tour’ che li ha visti protagonisti nelle principali webradio delle Università Italiane mentre il 18 dicembre si terrà presso i Magazzini Generali di Milano un concerto esclusivo!

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Lello Analfino & Tinturia che ci hanno raccontato il nuovo disco e tante altre curiosità solo per Radio Web Italia!

Ciao Lello e benvenuto su Radio Web Italia! Per chi non vi conoscesse direi che la prima domanda è d’obbligo: come nascono i Tinturia?
Nasciamo nel lontano,lontanissimo 94 .Una band, l’ossatura di quelli che diventeranno i Tinturia cercavano un cantante . Fui contattato da Angelo (il batterista) e io mi offrii come cantante , pianista e cintura nera di diamonica. Ci incontrammo cosi’ e quasi da subito scocco un’alchimia che da classica cover band ci fece diventare un gruppo che proponeva inediti.

PRECARIO è il nuovo disco. Qual è l’impronta che ha dato Roy Paci all’album?
Roy , amiamo dirlo ha reso piu’ internazionale il nostro sound. E’ stato un lavoro basato sullo scambio delle nostre esperienze . Ci ha fatto suonare per come sappiamo ma incoraggiandoci a percorrere vie che non avevamo mai percorso.Noi abbiamo messo cuore e sangue Roy il cervello.

Perché avete scelto questo titolo, Precario, per il nuovo album?
Sentiamo forte su di noi il peso che schiaccia la gente della nostra terra. Viviamo in tempi precari sotto ogni forma. Lavoro,ideali, tutto e precario. Una generazione intera è stata illusa . Le speranze dei ventenni degli anni 90 si sono trasformate in realtà precarie. Abbiamo voluto testimoniare con la nostra musica questo stato .

C’è un filo conduttore che lega le canzoni di PRECARIO?
Puo’ sembrare stupido e banale ma il filo conduttore è la speranza.Speranza ,l’unica parola alla quale ci si puo’ ancora aggrappare . L’unica cosa che ci resta. .. Un concetto astratto ma che si puo’ concretizzare con la voglia reale di cambiamento e la concretezza dei fatti nella vita quotidiana.

Dal 10 ottobre arriva in radio il secondo singolo: Cercasi Rivoluzione. Quale messaggio volete comunicare con questo brano?
Ci hanno illuso, tolto il futuro. La politica ha fallito.Millantano cambiamenti e rivoluzioni ad ogni tornata elettorale, ma sono solo slogan. Offendono continuamente le intelligenze delle persone che lavorano, di quelle che cercano un lavoro, di chi lo ha perso. Ci siamo abbruttiti , deleghiamo agli altri il cambiamento . E’ un grido di speranza il nostro ,vogliamo solo dire che ogni rivoluzione parte dal basso , dalla gente . E’ inutile invocare il cambiamento se poi ci rassegnamo.Soffochiamo la speranza con il pessimismo e come alternativa deleghiamo ad un gratta e vinci la speranza di un futuro migliore.

Un album ricco di collaborazione. Ce ne vuoi parlare?
Tante è vero. E ne siamo felici. Siamo sempre stati una band innestabile. Abbiamo sempre invitato amici a suonare nei nostri dischi. Riteniamo che la condivisione , l’innesto di altre anime musicali sia il sale del nostro lavoro. In Precario ci siamo aperti ancora di piu’ alle collaborazioni. Basta leggere i credit per vedere quanti musicisti hanno contaminato con le loro special guest la nostra musica.

Attualmente siete impegnati in un tour innovativo. Come è nata l’idea di ‘UNIWEB TOUR’?
C’ è stato proposto dalla nostra produzione e dal nostro ufficio stampa. Lo abbiamo trovato stimolante. Abbiamo accettato subito . L’idea di girare l’italia per entrare in contatto con le realtà universitarie ci ha entusiasmato . Adesso a consuntivo possiamo dire che è stata un’esperienza meravigliosa.

Il 18 Dicembre si terrà presso i MAGAZZINI GENERALI di Milano un concerto esclusivo. Cosa dobbiamo aspettarci dalla serata?
Lo scoprirete venendo al concerto…..portatevi delle scarpe comode 🙂

Oltre alla promozione di questo disco, quali sono i prossimi progetti?
Live in tutta Italia- la ristampa in vinile di Precario e poi si vede siamo precari non dimenticarlo.

Ringrazio Lello Analfino & Tinturia, augurandovi un grande successo per il nuovo disco!

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

 

Tinturia
Tinturia
Tinturia
Tinturia

 

Guarda anche...

Roy Paci Aretuska

Roy Paci & Aretuska feat. Willie Peyote: online il video di “Salvagente”

Online il videoclip di “Salvagente”, il nuovo singolo di Roy Paci & Aretuska con il …

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi