Home | Eventi | The Fleshtones in concerto all' Amigdala Theatre di Trezzo sull’Adda
The Fleshtones
The Fleshtones

The Fleshtones in concerto all' Amigdala Theatre di Trezzo sull’Adda

Dopo 40 anni di live a spasso per il mondo e 23 album all’attivo, i Fleshtones hanno lo stesso entusiasmo che nel 1982 li vedeva toccare il picco della loro celebrità con “Roman Gods” vero e proprio inno del rock underground e garage.

Arrivano in Italia per sole sei date di cui una sola in Lombardia, venerdì 5 dicembre all’Amigdala Theatre di Trezzo sull’Adda per presentare le canzoni del loro ultimo CD uscito nel 2014 “Wheel of Talent” per la YepRock.

“Non abbiamo mai perso l’interesse di suonare la nostra musica, non siamo mai scesi a compromessi. È un sogno e da grandi amanti del rock’n’roll è un sogno che teniamo vivo da quarant’anni”. Così ha detto Peter Zaremba, tastierista e cantante della band statunitense, tornata alla ribalta negli ultimi anni parallelamente alla riscoperta del rock garage e dei suoi capostipiti.

Dal 19 maggio 1976, giorno del loro debutto al mitico CBGB di New York City ad oggi, i Fleshtones hanno suonato su grandi palchi e in piccoli oscuri locali mantenendo sempre lo spirito che li ha spinti a fare musica per la nicchia e la voglia di stare nell’underground della scena nonostante il successo di molti dei loro pezzi.

Lo stesso successo che li ha portati a scendere a compromessi e mostrarsi davanti alle telecamere dello storico American Bandstand di Dick Clark ma che ha condotto a importanti live con i New York Dolls, Iggy Pop e The Strokes all’Underground Garage Festival di Little Seven.
Super rock. Questo è il nome del genere coniato per i Fleshtones che racchiude le varie influenze della band nelle sue evoluzioni garage rock, rockabilly, rhythm and blues e surf rock.

Il loro successo è quello di chi non ha mai smesso di fare il proprio dovere, portando avanti un genere di nicchia e vedendola diffondersi ovunque nel mondo. La presenza nelle classifiche (unica apparizione su Billboard nel 1982) è oscurata dall’affetto e dalla partecipazione del pubblico durante i live, ricambiata dai Fleshtones con il regalo di un’esperienza indimenticabile per gli amanti e conoscitori della storia della musica.

Iscriviti alla Newsletter (17.280)

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi