Home | Cinema | Il meglio e il peggio del cinema 2014
Interstellar

Il meglio e il peggio del cinema 2014

Quest’anno il tradizionale sondaggio di fine anno della rivista ‘Ciak’ (in edicola da questa settimana), frutto dei voti dei lettori sul meglio e il peggio del cinema del 2014, premia le pellicole alla ricerca di mondi lontani e virtuali, in un buco nero, nel Distretto 13 o nella Recanati del passato, fra amori digitali, draghi e streghe cattive.

Si parte dal film che ha segnato l’anno, il viaggio oltre il tempo e lo spazio di ‘Interstellar’ (45%) di Christopher Nolan (43%), anche miglior regista, con Matthew McConaughey (68%) miglior attore a suggellare una strepitosa rinascita artistica. A rimarcare che questa è stata un’annata di cinema multiforme, al secondo posto della categoria miglior film si piazza il capolavoro d’autore ‘Boyhood’ di Richard Linklater e al terzo il blockbuster ‘I Guardiani della Galassia’ di James Gunn, una vera sorpresa di genere tra fantascienza ad alto tasso di effetti speciali e ritmo da commedia.

Jennifer Lawrence (51%) raddoppia: come lo scorso anno, è l’attrice più amata non solo per aver ripreso l’arco di Katniss in ‘Hunger Games – Il canto della rivolta parte 1’, ma anche per Mystica in ‘X-Men – Giorni di un futuro passato’ (e così, le si perdona invece il piccolo passo falso di Serena). La seguono a distanza Scarlett Johansson, che compare soprattutto per la sua voce, quella del sistema operativo Samantha nella versione originale di ‘Lei’, e Jessica Chastain per l’ottima prova in ‘Interstellar’.
Per la prima volta in assoluto la miglior scena sentimentale è un amore tutto virtuale: quello di un uomo per il suo computer in ‘Lei’ (32%) di Spike Jonze. Un segno dei tempi? Quest’amore in assenza, incorporeo, del tutto digitale fa palpitare i lettori di ‘Ciak’ anche più di quello adolescente e sofferto fra Hazel/Shailene Woodley e Gus/Ansel Elgort di ‘Colpa delle stelle’.

Sul versante italiano stravince la poesia di ‘Il giovane favoloso’ (35%) di Mario Martone: è stato il successo tricolore della stagione con un inaspettato exploit d’incassi (più di 6 milioni di euro) e ha sdoganato dalle pagine dei libri un poeta immortale. Per i lettori del magazine, che incoronano anche il suo protagonista, Elio Germano (57%), miglior attore, è il film italiano dell’anno. Dietro per un soffio ‘Il capitale umano’ di Paolo Virzì e al terzo posto la commedia-sorpresa ‘Smetto quando voglio’ dell’esordiente Sydney Sibilia che, senza star ma con un gruppo di attori brillanti eccezionali e una sceneggiatura dai tempi comici perfetti, ha raccolto più di 4 milioni di euro.

È invece Paola Cortellesi (42%) a conquistare i voti come miglior attrice italiana per i suoi ruoli in ‘Scusate se esisto!’, ‘Sotto una buona stella’ e ‘Un boss in salotto’, seguita da Valeria Bruni Tedeschi e Alba Rohrwacher.

Delude invece il kolossal biblico ‘Noah’ (27%) di Aronofsky. E cosa ci aspettiamo dall’anno che verrà? Si punta sulla nuova star Benedict Cumberbatch (73%), ma anche su ‘La giovinezza’ (37%) di Paolo Sorrentino.

Iscriviti alla Newsletter (17.280)

 

Matthew McConaughey
Matthew McConaughey
Matthew McConaughey
Matthew McConaughey

Guarda anche...

Jennifer Lawrence

Red Sparrow con Jennifer Lawrence, da marzo al cinema

Red Sparrow di Francis Lawrence, scritto da Justin Haythe ed ispirato al romanzo di Jason …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi