Home | Cinema | Arriva al cinema 'Hungry Hearts' di Saverio Costanzo
'Hungry Hearts' di Saverio Costanzo
'Hungry Hearts' di Saverio Costanzo

Arriva al cinema 'Hungry Hearts' di Saverio Costanzo

Dopo la presentazione all’ultima Mostra Internazionale cinematografica di Venezia, dove si è aggiudicato le due Coppa Volpi per l’interpretazione dei suoi protagonisti Alba Rohrwacher e Adam Driver, arriva al cinema dal 15 gennaio “Hungry Hearts” di Saverio Costanzo. Il film, tratto dal romanzo di Marco Franzoso “Il bambino indaco” è il dramma esistenziale di una donna, Mina, che si perde dopo la maternità, tra ossessioni, solitudine e paure.

Un’italiana e un americano che si incontrano per caso, a New York, nella toilet di un ristorante cinese. Si innamorano, si sposano e sono felici, finché lei dopo la nascita del figlio, che crede un essere speciale, si trasforma. Lo vuole proteggere dall’inquinamento, vuole sia vegano come lei, lo nutre solo con semi e verdure, lo tiene in casa per preservarlo da tutto. E il marito la asseconda fino a quando capisce che il figlio è in pericolo di vita. Un film sull’amore materno che diventa ossessione e una storia d’amore che si logora e si frantuma poco a poco. Il regista ha spiegato cosa cambia rispetto al libro: “C’è sicuramente stata un’evoluzione, i personaggi del libro parlavano pochissimo, di conseguenza si mostravano anche poco – ha detto a askanews – abbiamo avuto necessità di dargli più carne, più sangue, però del libro c’è la storia che è l’origine di tutto”.

Dall’Italia ci si sposta a New York. “New York è una città che è molto bella ma anche violenta, aggressiva, una vera metropoli, sono tanti i nemici che Mina può trovare, il fatto che si chiuda dentro casa per difendere il suo bambino è significativo. Le nostre città fuori sono più semplici e vivibili” ha detto Costanzo. E Alba Rohrwacher, sul suo ruolo ha aggiunto: “Lei non agisce per rabbia o per frustrazione o depressione. Lei agisce pensando di fare del bene, mossa da un amore assoluto, incontenibile, che la sorprende che non sa come gestire. Ogni azione che fa secondo lei è fatta per il bene del bambino poi si trasforma in un pericolo per questo figlio”.

Iscriviti alla Newsletter (17.282)

 

Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher
Alba Rohrwacher

Guarda anche...

lazzaro-felice

“Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher in Concorso a Cannes71

ll nuovo film di Alice Rohrwacher, in Concorso al Festival di Cannes 2018. Dal 31 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *