Home | Tempo d'Europa | Il Senato dice sì a voto per studenti italiani in Erasmus
Generazione Senza Voto
Generazione Senza Voto

Il Senato dice sì a voto per studenti italiani in Erasmus

Bruxelles, 28 gennaio 2015. Una giornata storica per gli studenti Erasmus di ieri, oggi e, soprattutto, di domani. Il Senato ha approvato, ad amplissima maggioranza, l’emendamento alla legge elettorale che prevede la possibilità per gli studenti in scambio di potere votare dall’estero.

L’emendamento, presentato dai senatori Cociancich, Marcucci e Del Barba, dopo diversi interventi sul testo, ha avuto la benedizione trasversale da parte di un ramo dell’Assemblea legislativa.

Se il testo verrà ratificato a Montecitorio, circa 25.000 ragazzi e ragazze potranno, da ora in poi, esprimere il proprio voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero.

Per i più si tratta di un piccolo emendamento all’Italicum; allo stesso tempo la modifica rappresenta una vera e propria rivoluzione per quella fetta di giovani italiani che ogni anno investe tempo e denaro per la propria formazione in un altro Paese.

Il traguardo era atteso da tutti i volontari di Erasmus Student Network Italia, l’associazione presente in 50 Atenei italiani che ha avviato, dallo scorso settembre, il progetto #GenerazioneSenzaVoto, lanciando uno degli hashtag più popolari in rete nelle ultime settimane, con annessa raccolta firme per presentare una iniziativa di legge di carattere popolare.

“Le nostre istanze sono state finalmente ascoltate – ha dichiarato il presidente Carlo Bitetto – il Senato ha dimostrato di non essersi dimenticato dei giovani che investono per formarsi all’estero e ha dato una bella risposta. Adesso attendiamo che la Camera faccia la sua parte”.

La partita non è ancora chiusa, ma ciò che è certo è che, mai come stavolta, la politica italiana si è accorta di quella Generazione che non può e non vuole più rimanere inascoltata.

Iscriviti alla Newsletter (16376)

 

Guarda anche...

A Roma gli Stati Generali europei della Generazione Erasmus

Un’esperienza Erasmus di qualità, l’aumento del numero di studenti coinvolti e il riconoscimento più semplice …

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi