Home | Roma | Ultimo weekend al Maxxi di Roma tra moda, cinema, arte
Maxxi di Roma

Ultimo weekend al Maxxi di Roma tra moda, cinema, arte

Ultimo weekend per visitare la mostra THE FUTURE IS NOW! che ha portato al MAXXI le opere della collezione dell’MMCA di Seoul raccontando la storia della New Media Art coreana da Nam June Paik agli artisti più recenti. Ma insieme a questa e alle altre 6 mostre in corso il MAXXI offre al suo pubblico una serie di appuntamenti che spaziano dalla moda, al cinema, alla performance.

Sabato 14 marzo alle ore 11.00 (Auditorium del MAXXI | ingresso 4 €) si tiene il quarto appuntamento con LE STORIE DELLA MODA ciclo di incontri realizzato in occasione della mostra Bellissima. L’Italia dell’Alta Moda 1945 – 1968. Protagonista dell’incontro dal titolo Gli anni Settanta (1968-1978): il bazar e il laboratorio la storica dell’arte Luisa Valeriani, docente di sociologia dell’arte e della moda.
Gli anni Settanta sono per la moda italiana l’affermarsi degli stili di vita e della massima libertà sulle regole e sulla tradizione. Un “fai-da-te” permeato di ideologie post-sessantottine che rivendicano una soggettività radicale. Di questa estetica aperta alla sperimentazione del gusto grande mentore è Elio Fiorucci con il suo famoso negozio di Milano. Dopo la crisi economica tra il 1969 e il 1974, a Milano il sistema moda si ricompatta e inventa lo stilismo del prêt-à-porter, che negli anni Ottanta farà trionfare il Made in Italy nel mondo. Antesignano di tale processo è lo stilista-designer Walter Albini.

Alle ore 21.00 è la volta di CINEMA AL MAXXI (Auditorium del MAXXI, ingresso 10€).
Per la sezione Silent Movie viene presentato Destino (Der müde Tod) di Fritz Lang (Germania 1921) che viene accompagnato dalla musica dal vivo del Parco della Musica Contemporanea Ensemble composto da Lucio Perotti, Massimo Ceccarelli, Pietro Pompei, Luca Nostro, Filippo Fattorini, Alessio Toro e la direzione artistica di Oscar Pizzo.
Una “favola, allegoria, farsa picaresca, poema metafisico, ballata, racconto onirico e fantastico”, è “senza dubbio la più giovane delle opere dell’espressionismo” (Jacques Lourcelles).
Ottavo film muto di Fritz Lang, nato dalla fusione di Andersen e Grimm, di Friedrich e Durer, è il film che conclama il talento narrativo e plastico del regista – ma anche il suo intransigente scetticismo.

Domenica 15 Marzo alle ore 18.00 torna CINEMA AL MAXXI (Cinema America, ingresso 7€ / 5€ fino a 26 anni) con La collina dei papaveri ) di Goro Miyazaki (Giappone, 2011).
La guerra è finita e il Giappone lotta per la sua rinascita. Al centro del film ci sono un amore difficile e la mobilitazione per salvare il “Quartier Latin”, storico edificio adiacente alla scuola di due giovani, Shun ed Umi, legati al territorio come al sogno di un avvenire diverso. ”Come si può pensare di costruire un futuro se si dimentica il proprio passato?”

Alle ore 16.00 sempre per CINEMA AL MAXXI (Auditorium del MAXXI, ingresso 7€ / 5€ fino a 26 anni) per la sezione Alice Family viene proiettato Into the woods di Rob Marshall (Stati Uniti, 2015)
Un musical intenso e ricco di umorismo interpretato da un cast di eccezione (Meryl Streep , Johnny Deep, Emily Blunt); una rivisitazione in chiave moderna delle fiabe più amate dei fratelli Grimm da Cappuccetto rosso a Cenerentola. Dopo le 3 Nomination ricevute ai Golden Globe, è stato candidato agli Oscar.

Alle ore 17.00 nella Sala Carlo Scarpa del MAXXI (ingresso libero) si tiene la performance ANOTHER MOON, ANOTHER LIFE, ANOTHER VARIATION #1 progettata da Kwon Byungjun che ne ha curato scenografia, immagine, suono, illuminazione. Insieme a lui gli artisti Kim Sungwhan, Bae Minkyung e Yun SuHee. ANOTHER MOON, ANOTHER LIFE, ANOTHER VARIATION #1 è il racconto di una nuova esistenza, in una strana armonia tra materiali audiovisivi e tattili ispirati a elementi naturali come acqua, vento, calore, vapore, luce.
Davanti al pubblico viene rappresentata una vita caratterizzata dalla coesistenza tra tecnologia e natura, in cui si contrappongono finzione e realtà, interno ed esterno, pianificazione e coincidenza; il pubblico potrà fare una esperienza nuova, sognare la sua avventura e immaginare la sua storia.

Iscriviti alla Newsletter (16440)

 

Guarda anche...

mamma-mia-sistina

Mamma Mia! in scena al Teatro Sistina di Roma, dal 6 dicembre al 7 gennaio 2018

Arriva a Natale al Sistina l’attesissimo “Mamma mia!”, la più celebre commedia musicale degli anni …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi