Home | Artisti | Jay Z rilancia Tidal per sfidare Spotify
Tidal
Tidal

Jay Z rilancia Tidal per sfidare Spotify

Alcuni delle più grandi star della musica statunitense si sono unite al progetto di rilancio della prima piattaforma di distribuzione di musica e video musicali online di proprietà degli artisti, che offre servizi in abbonamento. All’evento di presentazione, tenutosi ieri a New York, c’era il gotha della scena musicale Usa: Madonna, Beyoncé, Kanye West ed altri 13 artisti presenti hanno annunciato il loro ingresso nella proprietà di Tidal.
Il servizio è stato lanciato lo scorso ottobre ma è stato recentemente acquistato dal rapper Jay Z, con l’obiettivo di portare Tidal a competere con gli altri maggiori palyer del settore come Spotify, Deezer e Google Play. Tuttavia Tidal offre 25 milioni di brani musicali, contro i circa 30 milioni offerti da molti servizi rivali. Al suo arco Tidal ha però una particolarità che potrebbe fare la differenza: oltre ad una sottoscrizione standard per 9,99 dollari al mese, Tidal offre un’opzione “alta fedeltà” per 19,99 dollari, che sostiene di offrire una migliore qualità del suono rispetto a tutti i competitor.

La cantante Alicia Keys ha parlato a nome degli artisti, tutti schierati uno accanto all’altro sul palco dello ‘Skylight at Moynihan Station’ di Manhattan (compresa Madonna che per la firma del contratto di proprieta si è letteralmente sdraiata sul tavolo). Descrivendo l’evento, la Keys ha detto che gli artisti sperano che Tidal possa fare la differenza nell’evoluzione del mercato musicale. “Siamo tutti qui, uniti in una sola voce, nella speranza che la giornata di oggi rimanga come uno dei momenti che cambierà per sempre la storia della musica”. La ‘mission’ di Tidal va al di là del commercio e della tecnologica, ha detto l’artista, aggiungendo: “Il nostro intento è quello di preservare l’importanza della musica nelle nostre vite”.

La maggior parte delle quote della società rimarra’ di proprietà degli artisti: una realtà anche molto simbolica in un business in cui i musicisti hanno spesso poco controllo su come il loro lavoro viene distribuito e consumato. La strategia che ha in mente Jay Z punta inoltre ad incoraggiare gli artisti a fare pressione sulle loro etichette discografiche per fornire le nuove uscite a Tidal una settimana prima che agli altri servizi, dando cioè una breve finestra di esclusività a questo servizio. Il rapper ha detto in un’intervista a Billboard: “Non ci piace la direzione che la musica sta prendendo e abbiamo pensato che potevamo entrare in campo per dare una scossa nel segno dell’onestà. Gli artisti faranno più soldi? Certo, assolutamente. La linea di fondo è: meno profitti per tutto quello che ruota intorno e più soldi per gli artisti. Fantastico”.

Iscriviti alla Newsletter (16493)

 

Guarda anche...

Madonna

Madonna, vacanze italiane: torna in Puglia per la seconda volta

Per il secondo anno consecutivo vacanze pugliesi per Madonna, evidentemente stregata dal Salento. L’artista statunitense …

Beyonce

Beyoncé presenta su Instagram i due gemelli: subito milioni di like

La cantante Beyoncé ha finalmente mostrato al mondo e ai suoi fan i due gemelli. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi