Home | Eventi | Al Maxxi primo appuntamento con ‘Teatro in Piazza’
Strasse
Strasse

Al Maxxi primo appuntamento con ‘Teatro in Piazza’

Con tre spettacoli di teatro e un incontro su un progetto di editoria, TEATRO IN PIAZZA porta al MAXXI alcune delle compagnie protagoniste di Santarcangelo Festival Internazionale del Teatro in piazza.

A partire dal 14 luglio quindi nell’ambito di YAP FEST 2015 il programma di eventi estivi del museo, il pubblico del MAXXI potrà assistere ad alcuni tra i più interessanti spettacoli ospitati dal più antico festival italiano dedicato alle arti della scena contemporanea.

Si parte martedì 14 luglio 2015 alle ore 20.00 (Piazza del MAXXI INGRESSO LIBERO) con T-REX lo spettacolo del gruppo milanese Strasse che lavora sul linguaggio performativo legato all’espressione del corpo in relazione al paesaggio urbano. T – REX è una preparazione al ballo che, stando alle parole dello stesso gruppo, “(…) non è uno spettacolo. | T.REX non è una performance che prevede un’esibizione pubblica. | T.REX è un riscaldamento della durata di trenta minuti in apertura di una festa, e ha lo scopo di preparare il corpo al ballo.| E’ un allenamento pubblico, aperto, ed esposto.| Durante questo allenamento io ti imito e tu mi imiti, sempre.| (Oppure ti fermi, che è lecito)”.
Strasse è un gruppo nato a Milano nel 2009 dall’incontro tra Francesca De Isabella e Sara Leghissa. Strasse lavora sul linguaggio performativo legato all’espressione del corpo in relazione al paesaggio urbano, e sul linguaggio cinematografico, come filtro di osservazione della realtà. Il progetto nasce dal desiderio di spostare il linguaggio teatrale e quello cinematografico negli spazi della città, attingendo e lasciandosi influenzare dai suoi ambienti, dalle temperature e dai segni, senza riqualificare o sconvolgere questi luoghi nel loro significato, ma sottraendoli al flusso del quotidiano e trasportandoli, per un momento, altrove.

Giovedì 16 luglio 2015 alle ore 20.00 (Piazza del MAXXI INGRESSO LIBERO) è la volta di COLLETTIVO CINETICO con Cinetico 4.4.
Cinetico 4.4 è un dispositivo ludico a cui il pubblico del MAXXI è invitato a partecipare come giocatore. Il gioco, diviso in tre fasi, permette di elaborare collettivamente le informazioni teoriche e pratiche per la creazione di una performance e ridiscutere i ruoli convenzionali del teatro. Nella prima fase, i ventiquattro giocatori si distribuiscono attorno a sei tavoli da gioco, in gruppi di quattro, in cui ciascuno negozia con gli altri le scelte registiche gestendo strategicamente priorità personali, decisioni altrui e casualità. La seconda fase consiste nella preparazione pratica della performance e la terza nella presentazione agli spettatori, anch’essi stabiliti dalle dinamiche del gioco.
Vista la modalità partecipativa le attività legate a questa performance cominceranno alle ore 17.00. per partecipare è necessario iscriversi all’indirizzo base@fondazionemaxxi.it
CollettivO CineticO nasce nel 2007 con la direzione artistica della coreografa Francesca Pennini (formatasi al Balletto di Toscana e al Laban Centre di Londra, danzatrice per Sasha Waltz & Guests) ed in collaborazione con oltre 50 artisti provenienti da discipline diverse. La ricerca del collettivo indaga la natura dell’evento performativo e ne discute i meccanismi con formati al contempo ludici e rigorosi che ibridano coreografia, teatro e arti visive. CollettivO CineticO è compagnia residente stabile presso il Teatro Comunale di Ferrara e all’oggi ha prodotto 29 creazioni ricevendo numerosi premi tra cui: Premio Giovani Danz’Autori 2008; “Jurislav Korenić” Award for Best Young Theatre Director al MESS Festival di Sarajevo, Premio Rete Critica come miglior artista/compagnia 2014.

Martedì 21 luglio 2015 alle ore 20.00 (Piazza del MAXXI INGRESSO LIBERO) si terrà la presentazione editoriale Santarcangelo 2015 How to Build a Manifesto for the Future of a Festival con Silvia Bottiroli, Marzia Dalfini e Giulia Polenta
How to Build a Manifesto for the Future of a Festival è un progetto editoriale che si sviluppa in quattro pubblicazioni, con testo bilingue italiano/inglese, in uscita con una cadenza mensile, che vede protagonista il Festival di Santarcangelo. L’idea, a cura di Silvia Bottiroli e Giulia Polenta, nasce con lo scopo di rispondere a domande del tipo: come si arriva alla realizzazione di un festival? Cosa accade prima di andare in scena? Quali sono gli attori coinvolti e in quale modo contribuiscono alla realizzazione?

Ultimo appuntamento giovedì 23 luglio 2015 alle ore 21.00 con lo spettacolo dei Motus Caliban Cannibal ispirato al nomadismo, il senso di sradicamento, i paradossi dell’integrazione.
Il lavoro che prende spunto dai testi di Shakespeare e di Césaire mette in scena una tenda bianca a rappresentare un ‘non luogo’, ma anche un rifugio dopo una fuga immaginaria per Ariel e una rivoluzione reale per Dalì. Ai lati della tenda due schermi dove vengono proiettate le immagini che monitorano i movimenti e i dialoghi fra i due ‘rifugiati’ nella tenda (in francese, italiano, arabo e inglese) e contemporaneamente anche immagini legate al loro passato e ai loro pensieri più intimi, in un continuo sovrapporsi. Carichi di tormentate esperienze, i protagonisti si parlano e si vedono senza confini e senza identità, in una tana temporanea che potrebbe essere spazzata via dalla prima tempesta.
MOTUS è una compagnia di carattere interdisciplinare e polimorfo fondata nel 1991 da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò. Da allora è continuo il tentativo di espandere, dilatare, contaminare l’esperienza teatrale oltre i confini fra i generi. Motus ha sempre scolpito i propri progetti agendo e reagendo ai fatti del quotidiano, nutrendosi delle contraddizioni del contemporaneo, traducendole, facendone materia attiva di riflessione e provocazione anche attraverso il prolifico dialogo con alcuni grandi classici del teatro.

I quattro appuntamenti di TEATRO IN PIAZZA fanno parte di YAP FEST 2015, il programma di eventi estivi del museo, tutti a ingresso libero, all’insegna del dialogo tra cultura, divertimento e tempo libero.

Sullo sfondo, l’installazione Great Land (una angolo di campagna e relax nella piazza del museo) del gruppo romano Corte, vincitore di YAP MAXXI 2015 (Young Architects Program), il programma di promozione e sostegno alla giovane architettura, giunto alla sua quinta edizione italiana, organizzato dal MAXXI in collaborazione con il MoMA/MoMA PS1 di NY, Constructo di Santiago del Cile, Istanbul Modern (Turchia) e MMCA National Museum of Modern and Contemporary Art di Seoul (Corea).
Iscriviti alla Newsletter (16711)

 

Guarda anche...

in-trattament

“In-trattament” di Fabrizio Catarci, il 6 dicembre al Teatro Trastevere

L’Associazione Culturale Teatro Trastevere è lieta di presentare lo spettacolo evento: In-trattament, una commedia che …

sessolose

Sessolosé – mia madre non lo deve sapere: dal 13 dicembre al Teatro Trastevere di Roma

Dopo i successi dell’ultima stagione con “Non ti fissare. Tu chiamale se vuoi ossessioni” e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi