Home | Festival | La chitarra di Frankie Chavez chiude il Festival delle Colline 2015
Frankie-Chavez

La chitarra di Frankie Chavez chiude il Festival delle Colline 2015

Rock. Blues. Folk. Surf. Quattro parole che calzano a pennello con la storia e l’indole di Francisco Joacquim Paiva Chaves, in arte Frankie Chavez, rocker e surfer proveniente dal Portogallo, tra le rivelazioni del rock europeo degli ultimi anni.

A lui l’onore di chiudere l’edizione 2015 del Festival delle Colline, mercoledì 29 luglio alla Rocca di Carmignano (Prato – ore 21,30 – biglietto 5 euro).

Il recente “Heart & Spine” può ben definirsi l’album della consacrazione. Soprattutto in Italia, ormai eletta a seconda patria: settimo tour in due anni, grande attenzione da parte della critica – che ha definito la sua musica “Il suono del Surf” – per non parlare dei live tv a Gazebo e a Webnotte, e di quello radiofonico a Caterpillar.

“Ho ascoltato molto blues e rock – spiega Chavez – ma è il surf che ha influenzato il mio modo di suonare, come andare sulla tavola per improvvisare sull’onda. Ed è proprio questo il modo in cui suono ora senza troppo pensare alla composizione, ma solo al suono che più mi piace…”.

Polistrumentista (suona chitarra acustica ed elettrica, weissenborn, chitarra portoghese e varie percussioni) cantante ed autore dei propri brani, Frankie tesse un arazzo ricco e aggressivo, dove nulla è lasciato al caso, composto da suoni acustici ma anche più rock e psichedelici con un vago sapore bluesy.

La trentaseiesima edizione del Festival delle Colline è organizzata dal Comune di Poggio a Caiano e Regione Toscana in collaborazione con i Comuni di Prato, Carmignano, Montemurlo e Vaiano. Con il contributo di Estra S.p.A Prato, A.S.M S.p.A. Prato, Consiag S.p.A. Prato, Publiacqua e Furpile Idea. Direzione artistica di Silvia Bacci per Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci.

ARRIVERDERCI AL PROSSIMO ANNO – Con il concerto di Frankie Chavez si chiude un’edizione del Festival, la trentaseiesima, che ha fatto breccia tra pubblico, stampa e addetti ai lavori. Sette gli appuntamenti che hanno visto protagonisti Don Backy e la Filarmonica Giuseppe Verdi, il chitarrista americano Marc Ribot, il Reggae Circus di Adriano Bono, il pianista Alessandro Galati, il duo Morwenna Lasko & Jay Pun, il progetto Dirty Cello della violoncellista Rebecca Roundman e Frankie Chavez.
Un programma, quello ideato dal direttore artistico Silvia Bacci, votato all’originalità e alla qualità. Dallo staff del Festival delle Colline un caloroso ringraziamento alle persone che hanno affollato gli spettacoli, agli enti e agli sponsor che hanno sostenuto il progetto e a tutti i media che hanno scritto e parlato del Festival.

Iscriviti alla Newsletter (16492)

 

Guarda anche...

Frankie Chavez

Frankie Chavez. Parte il 5 luglio da Roma il tour italiano

Deserto, spazio aperto in cui sentirsi liberi, in cui scegliere di amare liberamente. Ma anche …

Frankie Chavez

Frankie Chavez torna con un nuovo album. A luglio in tour in Italia

A tre anni di distanza da “Heart & Spine” (2014), Frankie Chavez torna con un …

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi