Home | In Eventi | Teatro Quirinetta la nuova vita del Caffè Concerto
Teatro

Teatro Quirinetta la nuova vita del Caffè Concerto

Una delle “mission” di Viteculture è quella di recuperare strutture praticamente in disuso, restituirle alla città mantenendone l’anima, all’insegna della sostenibilità e della cultura: è questa che a partire dalla stagione 2015-2016 è in progetto al Quirinetta.
Si tratta di un gioiello nel cuore di Roma, costruito tra il 1923 e il 1926 con lo scopo di ospitare intrattenimento dal vivo di qualità, il Quirinetta a partire da ottobre 2015 tornerà “caffè concerto”, offrendo un’intera stagione di live, performance, arte, teatro e clubbing, valorizzando la struttura originaria di un edificio tardo liberty – raccontato anche da Hemingway che ne fu frequentatore nei suoi soggiorni romani – rappresentativo di quel fermento culturale, trasgressivo e indipendente che fece della capitale negli anni venti e trenta un polo unico di esperienze artistiche nazionali e internazionali.
“Il Quirinetta ha cambiato faccia molte volte” ha dichiarato Mamo Giovenco Direttore Artistico di Viteculture, “il successo dello scorso anno ci ha dato modo di cogliere le potenzialità di uno spazio versatile e multiforme. Abbiamo così deciso di tornare all’origine storica del Quirinetta, ridisegnando il concetto di caffè concerto (caffè–chantant) con un’offerta decisamente contemporanea e un delicato studio degli allestimenti volti a valorizzare gli elementi del tardo liberty già esistenti…nell’ottica di farlo diventare un posto fruibile tutti i giorni con un‘offerta di intrattenimento legata principalmente al club e alla musica live con artisti nazionali e internazionali. Parliamo di musica elettronica, indie, rock, folk, fino a percorrere le realtà più sperimentali. A rafforzare l’offerta non possono mancare le incursioni di teatro, danza, cinema e ampio spazio alle arti visive”.
La stagione avrà una preview il 6 ottobre con il concerto di Ryan Bingham, vincitore di un Premio Oscar per il brano The Weary Kind, inserito nella colonna sonora del film del 2009 Crazy Heart. Appena concluso con grande successo il tour unplugged europeo, con un sold out anche a Milano, Ryan Bingham sarà live al Quirinetta Caffè Concerto in versione full band.
Fino a maggio 2016 ci saranno alcune delle esperienze live più significative del panorama musicale: in collaborazione con Rockit una serie di serate “Italiani brava gente” con protagoniste le realtà italiane della scena indie-rock che, insieme a illustratori e artisti, performeranno fuori e dentro il Quirinetta, per uno spettacolo “totale” di cui il primo appuntamento sarà il 17 ottobre con Appino, Viva Lion, Oh Petroleum, The Shalalalas e Dardust.
Tra gli ospiti italiani della stagione live del Quirinetta Caffè Concerto: Levante, raffinata cantautrice italiana recentemente uscita con l’album “Abbi cura di te” e reduce dal tour con Paolo Nutini (24 ottobre Quirinetta Caffè Concerto); Bugo, uno dei cantautori più eclettici del panorama discografico italiano in concerto il 20 novembre; il catautorapper più originale della scena, Dargen D’Amico (25 novembre), uscito nel 2015 con l’album D’iO, accolto con grande entusiasmo dal pubblico e dalla critica.; Calibro 35 (26 novembre) in uscita il 06 novembre con il nuovo album “S.P.A.C.E.” registrato al mitico Toe Rag studio di Londra, che suona come la colonna sonora funk di un immaginario film di fantascienza diretto da Sergio Leone; Aucan (4 dicembre), dal fronte della scena underground europea, uno degli esperimenti di elettronica più interessanti del momento.
Tra gli ospiti dalla scena internazionale, Rachel Sermanni, giovane songwriter britannica con un approccio che ricorda classici di PJ Harvey, Tom Waits e Joni Mitchell, il 19 novembre; la visionaria e talentuosa chitarrista e compositrice statunitense Kaki King con una vera e propria performance multimediale, il 2 dicembre; The Tallest Man on Earth (in concerto il 13 febbraio 2016), acclamato dalla critica e dal pubblico per la sua carismatica presenza scenica, ha condiviso il palco con Bon Iver ed è stato paragonato a Bob Dylan per la sua abilità nel comporre canzoni e per lo stile vocale, fatto di musica e poesia.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi