Home | Eventi | Gennaro Cosmo Parlato al Blue Note di Milano
Gennaro-Cosmo-Parlato

Gennaro Cosmo Parlato al Blue Note di Milano

A undici anni dalla pubblicazione del primo lavoro discografico Che cosa c’è di strano?, l’artista tosco-partenopeo Gennaro Cosmo Parlato torna a esibirsi dal vivo, nelle vesti di menestrello del meglio del peggio e del peggio del meglio della musica anni Ottanta.

Accompagnato da un trio di compassati coristi lirici (Nicola Olivieri, Marco Calabrese, Marco Trespioli), da Pierluigi Petris alla chitarra e Christian Schmitz al pianoforte – i due hanno curato dalle prime battute la direzione musicale e gli arrangiamenti del progetto –, Gennaro riproporrà la sua personalissima lettura dei più grandi successi della decade più edonistica del Novecento.

Da Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri (proprio da questa canzone trae ragione il titolo dello spettacolo) a Donatella della Rettore in versione sirtaki (già eseguita con all’autrice in occasione di un bellissimo spettacolo a Bologna nel 2008); da Non succederà più di Claudia Mori, a Fotoromanza di Gianna Nannini, a Comprami di Viola Valentino, sino alla bellissima e straziante rilettura di Ninna Nanna di Loredana Bertè.

Non mancano alcuni nuovi inserimenti in repertorio, con una versione inaspettatamente elegante e liquida di Baciami di Marcella Bella e un omaggio alla sempre compianta Stefania Rotolo con Cocktail d’amore.

Preziosi anche gli arrangiamenti per sole voci preparati da Christian Schmitz per il trio lirico, con tre brani dal risultato sorprendente: Video killed the radio stars dei Buggles, Ti sento dei Matia Bazar e Out here on my own, che nel 1981 rese una star mondiale la piccola Nikka Costa.

Autore di canzoni portate al successo da cantanti come Mina (Fragile, in Bula Bula del 2005) e Giusy Ferreri (Respiro, in Il mio universo del 2011), Gennaro è interprete ironico e raffinato.

Nel corso della sua carriera sono stati molti i colleghi con cui ha collaborato: tra questi Caparezza ne La mia parte intollerante, Enrico Ruggeri in Agguato a Marrakech e La terra e la luna e Angela Luce Lacreme napulitane.

Nel 2005, grazie a una strabiliante rivisitazione del classico Maruzzella, gli viene assegnato all’Arena Flegrea di Napoli il prestigioso Premio Carosone e nel 2010 è tra gli interpreti, insieme a Beppe Barra, James Senese, Pietra Montecorvino, Raiz, del film di John Turturro Passione, documentario dedicato dal regista americano di origine italiana alla nuova canzone napoletana, partecipando in seguito alla tournée organizzata dopo l’uscita della pellicola.

Domenica, 25 ottobre 2015 – h. 21:00
BLUE NOTE MILANO

Iscriviti alla Newsletter (16712)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi