Home | Firenze | Dall’Islanda il pop-folk contagioso degli Of Monsters and Men
Of-Monsters-and-Men

Dall’Islanda il pop-folk contagioso degli Of Monsters and Men

L’album d’esordio “My Head Is An Animal” è stato tra i casi discografici degli ultimi anni, trainato dalla hit “Little Talks”: oltre 160 milioni di visualizzazioni su Youtube, per capirsi.

Lo scorso giugno è uscita la nuova fatica “Beneath The Skin”, anticipata da tre straordinari singoli: “Crystals”, “I Of The Storm e “Empire”, con un altro pieno di click e passaggi radio.

Grazie al loro mix coinvolgente di indie, folk e alternative, gli islandesi Of Monsters and Men sono arrivati in cima alla classifica Top 200 di Billboard vendendo oltre 2 milioni di album.

E grande è l’attesa per il loro concerto fiorentino, martedì 10 novembre all’Obihall (ore 21– prevendite TicketOne e Box Office), dopo gli incensati live della scorsa estate a Milano e Roma.

Gli Of Monsters and Men sono la conferma di quanta energia l’Islanda sia capace di esportare. Un luogo magico, dove nascono e prendono forma suoni e realtà che negli anni hanno catturato e incantato tutti noi.
Un gruppo di amabili sognatori e abili compositori, che sin dall’esordio, nel 2010, ha fatto man bassa di premi e riconoscimenti, a partire dal Músiktilraunir, il principale concorso per gruppi islandesi che i nostri si sono aggiudicati a pochi mesi dalla loro scesa in campo.

La musica degli Of Monsters and Men è destinata a far divertire e cantare. Merito della cantante e chitarrista Nanna Bryndís Hilmarsdóttir, del cantante e chitarrista Ragnar “Raggi” Þórhallsson, del chitarrista Brynjar Leifsson, del batterista Arnar Rósenkranz Hilmarsson, del tastierista e fisarmonicista Árni Guðjónsson e del bassista Kristján Páll Kristjánsson.

In questo nuovo tour portano con sé un’altra formidabile band islandese, i Mammút, anche loro usciti dalla fucina del Músiktilraunir: hanno debuttato nel 2006 per l’etichetta islandese Smekkleysa fondata da The Sugarcubes. Nel 2008 si sono imposti con “Karkari”: l’album contiene il singolo “Svefnsýkt” che diventa il primo grande successo della band e fa guadagnare loro la nomination ai Best Band ai Music Awards islandesi del 2008.

Per celebrare il decimo anniversario, nel 2014, i Mammút hanno dato alle stampe “Komdu til mín svarta systir”: l’album conquista pubblico e critica, e si aggiudica otto nomination ai Music Awards islandesi del 2014, portando a casa ben tre riconoscimenti: Album of the Year – Pop & Rock, Song of the Year – Pop & Rock (per il loro singolo Salt), e Cover Album of the Year.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

 

Guarda anche...

Of Monsters and Men

Of Monsters and Men: il nuovo album ‘Beneath the skin’, da oggi in digitale

A 4 anni di distanza dal disco di debutto My head is an animal (oltre …

Of Monsters and Men

Of Monsters and Men: tornano in radio con ‘Crystals’, il nuovo singolo

Tornano nelle radio italiane da venerdì 10 aprile con Crystals, gli Of Monsters and Men. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi