Home | Cinema | Dieci film italiani come capolavori nella prestigiosa library del MoMA di New York
MoMA-di-New-York

Dieci film italiani come capolavori nella prestigiosa library del MoMA di New York

Da Garrone a Moretti, da Bellocchio a Crialese: nella prestigiosa library del MoMA di New York entreranno tra pochi giorni 10 film italiani considerati capolavori d’arte, 10 titoli coprodotti da Rai Cinema. La selezione di autori contemporanei, apprezzati e premiati in Italia e all’estero, entra a far parte della collezione permanente del Museum of Modern Art. Si tratta del Racconto dei racconti di Matteo Garrone, Le Meraviglie di Alice Rohrwacher, Sacro Gra di Gianfranco Rosi, Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, Terraferma di Emanuele Crialese, Gomorra di Matteo Garrone, Le chiavi di Casa di Gainni Amelio, Buongiorno, Notte di Marco Bellocchio, Il Mestiere delle Armi di Ermanno Olmi e La Stanza del figlio di Nanni Moretti.

”Il nostro cinema italiano – ha detto l’amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco presentando a Roma l’accordo – vive un momento felice all’estero, con film anche piccoli che vanno in decine di festival ricevendo applausi e premi. L’iniziativa con il MoMA ci riempie d’orgoglio: tutto nasce dall’incontro e dall’interesse riscontrato da Roy Rajendra, il capo del dipartimento cinematografico del museo, poi noi abbiamo proposto una selezione e loro hanno stilato la lista definitiva”.
Per Del Brocco ”il prossimo obiettivo concreto dovrà essere organizzare sistematicamente il nostro cinema italiano all’estero con un coordinamento forte, aziende che già lavorano sull’estero, provando a fare un piano strategico sulla produzione culturale all’estero. Qualcosa si sta muovendo anche se a monte, seppure tutti d’accordo nella valorizzazione e internazionalizzazione del nostro cinema, c’è il tema degli investimenti e della volontà concreta di fare di più”.
E proprio al Museo dell’arte moderna di New York il 4 dicembre comincerà la rassegna Italian Film, 21st-Century Style: A tribute to Rai Cinema, con la proiezione tra l’altro per la prima volta negli Stati Uniti del Racconto dei Racconti, che comincia così il suo viaggio americano alla presenza dello stesso Garrone.

La stessa Rai Cinema organizza inoltre da sabato 5 dicembre a martedì 8 altri tre eventi per promuovere e valorizzare l’immagine della creatività e dell’identità italiana attraverso il nostro cinema: un libro fotografico (edito da Rai Eri) con le immagini più belle dei 10 film selezionati, la proiezione di Non essere cattivo di Claudio Caligari nell’ambito della campagna di promozione per la corsa all’Oscar nella categoria miglior film straniero, alla presenza del produttore del film Valerio Mastandrea, la proiezione del documentario, realizzato da Rai Cinema e Libera, ‘Sono cosa nostra’ di Simone Aleandri e la proiezione del documentario Esuli – Le Guerre di Barbara Cupisti.

Partner degli eventi oltre al consolato italiano e istituto italiano di cultura di New York è Cinecittà Studios che con Cinecittà Digital Factory ha lavorato a 5 dei 10 titoli che entrano nella collezione permanente del MoMA.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

 

Guarda anche...

Lapo Elkann

Lapo Elkann simula sequestro: arrestato a New York

Lapo Elkann sarebbe stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver …

madonna

Madonna in piazza a New York a sostegno di Hillary Clinton

Trecento persone, un concerto intimo, di Madonna che a sorpresa al Washington Square Park di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi