Home | Artisti | ‘Reprise’ è l’opera rock visionaria del pesarese DanyRusso
DanyRusso

‘Reprise’ è l’opera rock visionaria del pesarese DanyRusso

Esistono personaggi dal background artistico infinito, artisti pieni di messaggi da comunicare, vere e proprie rockstar che lavorano nell’ombra, nei backstage dei grandi palchi, con un amore passionale per la musica e la vita: questo è DanyRusso (Daniele Russo), autore, compositore, arrangiatore, fonico e polistrumentista pesarese che esordisce ufficialmente con “Reprise” (RdAudio), opera monumentale, compendio di rock inglese, progressive, mix tra Beatles, Oasis, Pink Floyd e solo per citare le influenze predominanti. “Reprise” è un disco di 12 canzoni dalle sonorità variegate dove si alternano le esperienze di una vita vissuta al massimo.

«Oggi la musica è spesso creata su pochissime note, usando loop e suoni di librerie audio in commercio – afferma l’artista – : un’omologazione che ho voluto distruggere. Ogni suono è stato creato da chitarre diverse recuperate per l’occasione in modo che l’intero disco suonasse vero ed arrangiato con una varietà sonora unica»

Dall’incipit dedicato ai Beatles di “That’s what I mean” all’utilizzo degli accordi in tritono (gli accordi del diavolo secondo la tradizione medioevale) in “The cure” o nella pinkfloydiana “And My…” DanyRusso dà vita a vere e proprie prog songs moderne. I richiami medioevali sono amplificati in “The witch”, “The Troll” e l’unione di “The witch and the troll” dove sapori barocchi unisco sonorità irlandesi. La ricerca dell’amore, dell’anima gemella è presente in “Nowheregirl” ed in “Sun King”, rompicapo allegorico orchestrato. “Reprise” è un continuo alternasi di citazioni e riferimenti nascosti tra le righe, interpretate dai suoni, magistralmente riassunte nel disegno di copertina eseguito a mano da Laura Mancini.

“Reprise” è stato composto e realizzato e masterizzato negli studio di DanyRusso, gli RdAudio. Gli unici musicisti coinvolti sono Roberto Spagnolo al sax in “The cure” e Valentina Piccione voce femminile in “Leaving for planet” e “Trinity”.

Curiosità: “That’s what I mean” contiene numerose citazioni ai Beatles. Valentina Piccione è famosa per aver cantato le sigle dei cartoni animati “Pokemon”, “Barbie” e “Mini Pony”: una forte provocazione ascoltarla in “Reprise”. Gli accordi in tritono (accordi dove tra una nota e l’altra si intervallano tre toni), sono considerati gli accordi del diavolo, usatissimi nelle colonne sonore di film horror.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi