Home | Cantanti | Marco Cantini: il nuovo disco è un’opera sociale
Marco Cantini

Marco Cantini: il nuovo disco è un’opera sociale

Pubblicato da Radici Records esce “Siamo noi quelli che aspettavamo” il secondo disco del cantautore toscano Marco Cantini che torna con un’opera che sviluppa lungo 15 nuove scritture un concept storico-generazionale in tre atti…da oggi in tutti i negozi di dischi e store digitali.

Un vero e proprio bestiario rivoluzionario sulle amare vicende di un professore precario bolognese dei nostri giorni, che in sogno si ritrova nella Bologna del 1977 per intraprendere un viaggio onirico che inizia tra i movimenti studenteschi, le barricate di sangue, le radio libere, l’eroina e gli irripetibili fermenti artistici dell’epoca. Il disco contiene 15 tracce, tra le quali emergono le struggenti ballate dedicate ad Andrea Pazienza, Pier Vittorio Tondelli e Frida Kahlo.

L’illustrazione di copertina è a cura del noto pittore Pablo Echaurren mentre le illustrazioni interne sono a cura di Massimo Cantini.

“PAZIENZA” – Il video ufficiale
Ecco la ballata dolce ed impegnata che vuole lanciare ai media questo nuovo lavoro di Marco Cantini. Un saggio d’autore che rivolge l’attenzione al grande pittore e fumettista italiano Andrea Pazienza. Il video ufficiale diretto da Giacomo De Bastiani, Alessio Lavacchi e Gabriele Piazzesi, è stato realizzato con la partecipazione dei disegnatori satirici Sergio Staino e Stefano Disegni, dell’attore comico Sergio Vastano e del fotografo d’arte Stefano Giraldi…tutti artisti che hanno conosciuto Andrea Pazienza in vita.
Il brano racconta l’ultimo periodo del pittore, il suo ritorno a Montepulciano dopo la parentesi Brasiliana, come fosse un esilio e una rinascita dalla droga…che invece lo ha portato alla morte nel 1988.
Sul finale il brano racconta del funerale ed in parte si è lasciato ispirare da un articolo di Davide Riondino pubblicato su Smemoranda 1994-1995. Lui stesso parla di quest’atmosfera surreale ai funerali di Pazienza e gioca, per così dire, a fare un insolito parallelo con il suo matrimonio raccontando come, in entrambi i casi, quando lui uscì dalla chiesa scoppiò un grande temporale.

“SIAMO NOI QUELLI CHE ASPETTAVAMO” – L’Album
Tutto il lavoro, che ha visto una lunga e lenta lavorazione durata tre anni, è stato realizzato con la preziosa produzione artistica di Gianfilippo Boni, cantautore, pianista e produttore fiorentino. L’opera vanta molteplici collaborazioni con noti artisti e considerevoli musicisti del panorama nazionale: Erriquez della Bandabardò e Luca Lanzi della Casa del Vento (che hanno cantato insieme a Cantini il brano “Cinque ragazzi”, canzone sugli storici fondatori di “Cannibale” e “Frigidaire”, riviste d’avanguardia che rivoluzionarono la satira italiana), i cantautori Massimiliano Larocca, Giorgia Del Mese, Silvia Conti, Tiziano Mazzoni, Letizia Fuochi, Marcello Parrilli, e una lunga serie di importanti musicisti italiani come Riccardo Galardini, Lele Fontana, Fabrizio Morganti, Lorenzo Forti, Bernardo Baglioni, Maurizio Geri, Claudio Giovagnoli, Francesco Fry Moneti, Paolo Amulfi, Marco Spiccio, Gabriele Savarese, Giacomo Tosti e Alessandro Bruno.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Guarda anche...

artemisia-gentileschi

Artemisia Gentileschi e il suo tempo, in mostra al Museo di Roma

Un viaggio nell’arte della prima metà del XVII secolo seguendo le tracce di una grande, …

emergencylessons

#EmergencyLessons: Ue e Unicef contro abbandono scolastico nelle zone di guerra

462 milioni di bambini e ragazzi nel mondo vivono in realtà difficili per emergenze naturali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi