Home | Firenze | Enrico Ruggeri in concerto al Teatro Puccini di Firenze
Enrico-Ruggeri

Enrico Ruggeri in concerto al Teatro Puccini di Firenze

“Non ho mai conosciuto nessuno che abbia partecipato una sola volta a un mio concerto e il merito non è mio, si crea sempre un clima particolare e neanche io sono in grado di prevedere cosa succederà. Sarà così anche questa volta nel tour teatrale: tra brani classici e nuove canzoni ci metteremo in viaggio assieme, e sarà… un viaggio incredibile. Non vedo l’ora di cominciare”.

E anche Firenze non vede l’ora di ritrovare Enrico Ruggeri, in concerto mercoledì 20 aprile al Teatro Puccini (ore 21 – biglietti 20/30 euro – prevendite Boxol www.boxol.it tel. 055 210804) – TicketOne www.ticketone.it tel. 892 101 – info tel. 055.667566 – 055.362067 www.bitconcerti.it – www.teatropuccini.it – www.enricoruggeri.me), dopo il grande successo di pubblico e critica ottenuto al Festival di Sanremo, dove si è piazzato al 4° posto con il brano “Il primo amore non si scorda mai”.

Enrico Ruggeri torna ad esibirsi con un nuovo tour destinato a cambiare e a evolversi sera dopo sera, attraversando l’Italia insieme ad una band di grandi musicisti. Il live vede al centro “Un viaggio incredibile”, il doppio cd appena uscito composto da 9 inediti, alcuni tra i suoi più amati successi scelti dal repertorio discografico che va dal ‘86 al ’91, e 4 cover di David Bowie.

Il primo cd si apre sulle note della hit sanremese: “Il primo amore non si scorda mai esprime quello che eravamo e quello che siamo – racconta Enrico – la vita che ci cambia e che determina il nostro essere. Ma soprattutto è la mia ennesima sfida sonora, la voglia di andare oltre, di coniugare rock, elettronica e musica d’autore”.

E poi “Il volo su Vienna”, ballad evocativa e trascinante che racconta, in prima persona, la nota impresa di Gabriele D’Annunzio. “La linea di meta”, cantata con l’amico Francesco Pannofino, è una canzone che celebra il rugby attraverso un brano rock possente ed epico. Tra le tracce più struggenti c’è “La badante”, storia di una donna che vive nell’ombra, tra la nostalgia dei figli lontani e una nuova solitudine. Perfetta per la dimensione live arriva quindi “Non c’è pace”, elettro punk mozzafiato sulle frustrazioni del vivere odierno.

Come cogliere poesia e dolcezza dalle situazioni più impensate: mondi lontani immaginati da un vagone della metropolitana, che Ruggeri ha racchiuso in “Il cielo di ghiaccio”.
I ritmi tornano ad accelerare con “La nostalgia del futuro”, sferzata contro noia e abitudine, in altre parole un invito ad agire e a reagire. “Dopo di me” raccoglie gli inconfessabili dettagli di un amore giunto alla fine, quadro dipinto da un eccelso osservatore di anime. E ancora, la title-track “Un viaggio incredibile”, una vita ripercorsa attraverso suggestioni sonore che commuovono e trascinano: un suono unico, il suo marchio di fabbrica. Non manca, in chiusura, “A canzuncella” degli Alunni del Sole, rivisitata in chiave rock-blues e portata a Sanremo nella serata delle cover.

Quindi l’omaggio a David Bowie: “Life On Mars?”, The Jean Genie”, “All The Young Dudes”, “Diamond Dogs”, tutti brani che Enrico Ruggeri aveva già inserito in album precedenti.

“In questi anni – spiega l’artista – ho cantato spesso Bowie, in concerto, in televisione e per ben quattro volte ho inciso sue canzoni. Così all’interno del nuovo album ho pensato che il “Viaggio incredibile” iniziato quando ero ragazzo è partito anche grazie alla spinta che mi hanno dato certe musiche, in gran parte sue. Includerne alcune è stata una scelta obbligata”.

Nel secondo cd di “Un viaggio incredibile”, Enrico ripropone in una nuova veste le canzoni più note del quinquennio ’86/’91, da “Il portiere di notte” a “Peter Pan“, passando da “Quello che le donne non dicono” a “Ti avrò“. Quindici brani che hanno segnato l’esistenza di molte persone. Il progetto segue concettualmente “Pezzi di vita”, il recente album in cui Ruggeri ha rivisitato i brani più famosi del periodo ’80/’85.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

Guarda anche...

Festival Citta della Spezia

Special Festival Città della Spezia, quando la disabilità intellettiva diventa rockstar

Mario Biondi, Moreno, Enrico Ruggeri, Alexia e molti altri saranno i co-protagonisti dello Special Festival …

enrico-ruggeri

Enrico Ruggeri riceve il Premio Pierangelo Bertoli

Il PREMIO PIERANGELO BERTOLI, assegnato negli anni precedenti a Stadio, Luca Carboni e Eugenio Finardi, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi