Home | In Attualità | Rivoluzione Whatsapp: chat e telefonate saranno criptate
Whatsapp

Rivoluzione Whatsapp: chat e telefonate saranno criptate

Whatsapp aumenta i suoi livelli di sicurezza. Lo annuncia con un messaggio inviato ai suoi utenti. Che sia la risposta del colosso di messaggistica alla querelle tra FBI e Apple? A lasciarlo intendere è una dichiarazione di Jan Koum, CEO di WhatsApp. “Noi riconosciamo l’importanza del lavoro delle forze dell’ordine nel garantire la sicurezza delle persone, ma gli sforzi per indebolire i livelli di crittografia rischiano di esporre i dati delle persone ad abusi di criminali informatici, hacker e regimi disonesti”.

“I messaggi che invii in questa chat e le chiamate sono ora protetti con la crittografia end-to-end”: così l’app di messaggistica istantanea più diffusa al mondo ha informato i suoi utenti dei nuovi livelli di sicurezza, a cui il team di WhatsApp stava lavorando da quasi due anni. La novità è stata introdotta con l’ultimo aggiornamento dell’app, disponibile solo da qualche giorno.
Grazie alla crittografia “end-to-end” adesso qualunque chiamata, messaggio o file inviato tramite l’app sarà visibile solo all’effettivo destinatario o destinatari. Perché ciò accada, però, è necessario che entrambi gli utenti di una conversazione o tutti gli utenti di una chat di gruppo abbiano effettuato l’aggiornamento più recente. Come spiega Whatsapp sul suo blog, “quando invii un messaggio, l’unico che può leggerlo è la persona o il gruppo a cui l’hai mandato. Nessun altro. Né cybercriminali, né hacker, né regimi oppressivi. Nemmeno noi”.
A riprova di ciò, cliccando sul messaggio sulla sicurezza si può accedere a una nuova finestra di dialogo in cui viene ribadito il nuovo livello di crittografia e vengono offerte tre opzioni: “Conferma”, “Ok”, “Per saperne di più”. Cliccando su “Conferma”, si viene reindirizzati ad una schermata che mostra un QR Code e un numero di 60 cifre, entrambi codici univoci visibili solo agli utenti di quella specifica conversazione. Lo stesso risultato è visibile nella sezione ‘info contatto’ o ‘info gruppo’.

La crittografia “end-to-end” mira a offrire maggiore sicurezza agli utenti, ma rappresenta una tutela per Whatsapp stesso. Col nuovo aggiornamento nemmeno gli ingegneri dell’app potranno accedere ai codici per decriptare le conversazioni. L’app di proprietà di Zuckemberg, quindi, guarda anche alla salvaguardia del proprio team dopo la recente disputa tra l’FBI e Apple e l’arresto del Ceo di Facebook Brasile. In entrambi i casi, i colossi del digitale si erano opposti alle richieste delle forze dell’ordine di decriptare le chiavi di accesso.

Guarda anche...

Whatsapp

WhatsApp verso il lancio delle videochiamate

WhatsApp ha messo a disposizione la possibilità di effettuare videochiamate. Nata come applicazione di sola scrittura, …

whatsapp

Garante della Privacy apre un’istruttoria su WhatsApp

”Il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato un’istruttoria a seguito della modifica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi