Home | Band | No Hay Problema: domani esce ‘Quando La Musica Suona’, secondo album
No Hay Problema

No Hay Problema: domani esce ‘Quando La Musica Suona’, secondo album

A tre anni di distanza dall’album di esordio, la band palermitana No Hay Problema, formata da Irene Ientile (voce), Marco Faldetta (basso e contrabbasso) e Lucia Lauro (percussioni) torna con un nuovo lavoro, dal titolo “Quando La Musica Suona” (autoprodotto), in uscita domani, giovedì 21 aprile, in digital download e nei negozi di dischi tradizionali.

Un album caratterizzato dalla varietà delle forme musicali e dei testi: dal jazz all’elettronica, dalla ballata alla ninna nanna; si parla di amore, di musica e di questioni sociali in modo ironico e scanzonato, attraverso arrangiamenti essenziali e sonorità minimali che sono il marchio di fabbrica dei No Hay problema.

Il primo dei dodici brani è la title-track “Quando La Musica Suona”, che invita a vivere la musica con semplicità. A seguire “La Simbiosi”, il singolo di questo album, una ballata anni ’80 e “La Parte Fragile”, che invita ad abbandonarsi all’ottimismo “pre-balneare” senza curarsi dell’opinione della gente. Poi “Il Punteruolo Rosso” testo a tema sociale che fa da ponte a “Senza Spazio” un brano che disegna con delicatezza un universo immaginario in cui non si fa fatica ad esternare i propri sentimenti e “Maledetta Autonomia” che, invece, esplora con ironia la inusuale condizione di chi, dopo la fine di una storia importante, non riesce a convincere chi gli sta intorno della sua ritrovata serenità.

L’album prosegue con “No Hay Problema”, scritta da Francesco Cusumano, un inno sull’abilità a fare del delirio quotidiano un’arte. Il brano è accompagnato da un videoclip, eccolo su YouTube.

Si continua con “Jet Lag” che racconta come un incontro amoroso diventi la soluzione ad ogni desiderio di riposo di una vittima del fuso orario, “Chiara” che parla dell’amicizia tra donne e “Piccolo Trolley”, favola metropolitana che dà voce ad un bagaglio lasciato distrattamente sulle strisce pedonali: nessuno sa cosa contiene, la diffidenza cresce fino al tragico finale in cui il trolley viene fatto esplodere in una nuvola di biancheria sporca e cattiva coscienza.
Ad impreziosire l’album, un brano strumentale “Brainchild” di Marco Faldetta dalle atmosfere lounge, e un arrangiamento della ninna nanna tradizionale cubana “Drume negrita”, realizzato per la raccolta del 2015 “Nottedoro, Ninnenanne da tutto il mondo”.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi