Home | In Attualità | Licenziati in un mese, stretta sui furbetti del cartellino
furbetti del cartellino

Licenziati in un mese, stretta sui furbetti del cartellino

“Abbiamo approvato provvedimenti di grande rilievo e importanza”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi in conferenza stampa, spiegando che “sono stati approvati 5 decreti che vogliono semplificare la vita dei cittadini”.

“Chi viene beccato a timbrare il cartellino e ad andarsene vede finalmente finita la pacchia. Non c’è una lunga trafila. Ora prendi e vai a casa. C’è il licenziamento in modo cattivo ma giusto”, ha proseguito il premier annunciando così l’ok definitivo al decreto legislativo che prevede il licenziamento per i cosiddetti ‘furbetti del cartellino’: “E’ una norma di buon senso, non puoi dire che ti è scappato il badge…chi fa questo sta truffando lo Stato, il Comune, la Regione, la Asl”.

“La madre di tutte le sfide – ha poi sottolineato Renzi – è la riforma costituzionale che si propone di dare stabilità e governabilità all’Italia nei prossimi anni”. Ed ha ribadito: “Il Consiglio dei ministri ha votato alcuni provvedimenti legati alla P.a. che giudico di grande rilievo e importanza. E mentre il dibattito nazionale, della politica tradizionale, è concentrato sui ballottaggi, c’è un’azione costante del Parlamento e del governo che giudico davvero inedita. Con questo spirito raccogliamo anche l’approvazione della legge del dopo di noi”.

I contratti del pubblico impiego, ha concluso, “sono stati ridotti da 15 a 4. E’ ora possibile iniziare a discutere con i sindacati per il rinnovo che è fermo da anni. Il rinnovo era obbligo e un impegno”.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Guarda anche...

Matteo Renzi

Matteo Renzi si è dimesso. Da domani alle 18 le consultazioni

Matteo Renzi si è dimesso. Le consultazioni si apriranno da domani al Quirinale dalle ore …

Matteo Renzi

Matteo Renzi al Colle, dimissioni congelate

Un colloquio di trenta minuti al Colle del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi