Home | Eventi | Goran Bregovic: sonorità balcaniche a Villa Pisani
Goran-Bregovic

Goran Bregovic: sonorità balcaniche a Villa Pisani

In Italia con il suo tour “If you don’t go crazy, you are not normal”, Goran Bregovic sarà al Parco di Villa Pisani a Stra (Ve) domenica 3 luglio (inizio concerto ore 21.30), ospite del ricco cartellone di Venezia Jazz Festival che, fra gli altri, vede in scena anche i pianisti Ezio Bosso (6 luglio) e Ludovico Einaudi (8 luglio).

Il repertorio spazierà dai suoi grandi successi agli ultimi album (Alkohol e Champagne for Gypsies), con qualche anticipazione di brani del nuovo album in uscita il prossimo anno, accompagnato dalla sua storica formazione, la Wedding & Funeral Band, di fiati, percussioni e voci bulgare. Con le radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock, dando vita ad una musica dai ritmi travolgenti e dalle sonorità fragorose, per due ore di pura energia.

Nato a Sarajevo da madre serba e padre croato, Goran Bregovic crea i suoi primi gruppi rock a sedici anni: “il rock aveva all’epoca un ruolo fondamentale nella nostra vita. Era l’unica possibilità per poter esprimere pubblicamente il nostro malcontento senza rischiare di finire in galera, o quasi”. Per far piacere ai suoi genitori, Goran si impegna a proseguire i suoi studi di filosofia e sociologia che lo avrebbero portato ad insegnare, se l’enorme successo del suo primo disco non avesse deciso altrimenti. Seguono quindici anni con il suo gruppo White Button e tredici album venduti in 6 milioni di copie. Tour interminabili in cui Goran diventerà l’idolo della gioventù jugoslava. Alla fine degli anni 80, Bregovic si libera del suo ruolo sfibrante di “star” e si isola in un “ritiro dorato” in una piccola casa sulla costa adriatica, un vecchio sogno d’infanzia. Qui compone le musiche del terzo film di Emir Kusturica “Il Tempo dei Gitani”. Ma ben presto i primi disordini scoppiano in Yugoslavia e i due amici sono costretti ad abbandonare tutto e trasferirsi a Parigi. Alla sua origine già mista, Goran ha aggiunto una moglie mussulmana, e i tempi non sono propizi per questa allegra e stimolante mescolanza.

Venezia Jazz Festival è organizzato da Veneto Jazz in collaborazione con Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Assessorato alla Cultura della Città di Venezia, Polo Museale del Veneto e Museo Nazionale di Villa Pisani. Partner: Palazzo Grassi – Punta della Dogana, Collezione Peggy Guggenheim, Splendid Venice Hotel, Venezia News, Trenitalia, Save, Alilaguna, Marco Polo. Partner tecnici: Azienda Agricola Conte Collalto, Hollywood Service, D-Music, CVL drums.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Guarda anche...

Goran-Bregovic

Venezia Jazz Festival, edizione metropolitana da Stra a Noale

Si allarga agli orizzonti della Città metropolitana la nona edizione di Venezia Jazz festival. In …

noa

Venezia Jazz Festival: giovedì 14 luglio concerto di Noa con Erri De Luca

Sarà la cantante israeliana Noa, con lo scrittore Erri De Luca, una delle protagoniste della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi