Home | In Cultura | Richard Bona apre il Sant’Elpidio Jazz Festival
Richard-Bona-

Richard Bona apre il Sant’Elpidio Jazz Festival

Tornano gli appuntamenti con il grande jazz in occasione della 17° edizione del Sant’Elpidio Jazz Festival promosso dalla Amministrazione Comunale di Sant’Elpidio a mare- Assessorato alla Cultura e Turismo in collaborazione con l’Associazione Syntonia Jazz.

PRIMO APPUNTAMENTO DOMENICA 17 LUGLIO

RICHARD BONA &
Mandekan Cubano

RICHARD BONA basso &voce
LUDWIG AFONSO batteria
OSMANY PAREDES pianoforte
LUISITO QUINTERO percussioni
ROBERTO QUINTERO percussioni
REY ALEJANDRO trombone
DENNIS HERNANDEZ tromba

Richard Bona ha superato gli ostacoli della povertà, la lontananza, la pressione della famiglia, la sfortuna e il divario culturale per diventare un grande musicista famoso in tutto il mondo. Ogni ostacolo è stato superato grazie al suo straordinario talento musicale e la grande determinazione a perseguire la sua singolare visione artistica. Oggi, Bona è un bassista, compositore, band-leader, cantautore, ingegnere digitale e analogico che cura ogni aspetto della sua autoproduzione. Nato in un villaggio del Camerun nel 1967, Bona ha iniziato a suonare il balafon in legno all’età di cinque anni. Ad undici, si trasferisce nella capitale Douala, dove divenne chitarrista di una band locale prima di scoprire il linguaggio del jazz a soli quattordici anni. Bona si trasferisce a Parigi nel 1989 e a New York nel 1995, affermandosi come uno dei più interessanti bassisti jazz del pianeta. E tutto questo prima di iniziare la sua carriera solista nel 1999: nei suoi otto album come solista Bona ha esplorato vari generi musicali raccontando storie personali, l’amore per Madre Natura e il suo spirito di grande sperimentatore. Ho collaborato con i più grandi jazzisti tra cui Joe Zawinul, Pat Metheny, Larry Coryell, Michael e Randy Brecker, Mike Stern, George Benson, Branford Marsalis, Chaka Khan, Bobby McFerrin, e Steve Gadd

Oggi è uno dei più grandi bassisti viventi al mondo (ma anche cantante, compositore e arrangiatore), negli anni ha maturato una particolare visione “ad ampio spettro” della musica. Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale e immaginate un artista che riesce a fondere il virtuosismo di Jaco Pastorius, la fluidità vocale di George Benson, il senso del canto e l’armonia di Joao Gilberto, il tutto mescolato con la cultura africana e americana. Signore e signori, questo è Richard Bona!” così scrisse il Los Angeles Times su Richard Bona, uno dei più talentuosi bassisti in circolazione oggi ma conosciuto anche come un cantautore con una voce singolare.  Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito  su molti palcoscenici e con molti artisti del calibro, ad esempio, di John Legend per l’album “Tiki”. Con numerosi premi, spettacoli e anni di esperienza al suo attivo, Bona è diventato uno dei più  ricercati musicisti di questa generazione.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi