Home | In News | Squadra russa di atletica esclusa da Rio 2016
Vitali-Mutko-

Squadra russa di atletica esclusa da Rio 2016

La decisione “è in qualche modo politicizzata e non ha basi giuridiche”. Così il ministro dello sport russo Vitali Mutko ha reagito alla bocciatura da parte del Tas (Tribunale arbitrale dello sport) del ricorso contro il bando olimpico da Rio sancito dalla Iaaf nei confronti di 68 atleti russi. Non tarda ad arrivare la replica di Sebastian Coe, Presidente della Federatletica Internazionale: “Non è il giorno delle dichiarazioni trionfalistiche – ha detto – perchè non sono alla guida delle federazione per eliminare atleti: ma la Iaaf ha le sue regole antidoping, e oggi Tas ha confermato che vanno rispettate”.

La squadra di atletica russa, quindi, non potrà partecipare ai Giochi olimpici che cominceranno il prossimo 5 agosto a parte Yulia Stepanova, grande accusatrice, cui era stato dato un pass per la collaborazione prestata, e la lunghista Darya Klischina che vive e si allena negli Usa. Tra gli atleti russi esclusi la due volte olimpionica Yelena Isinbayeva.

Il Cio potrebbe prendere provvedimenti sul resto dello sport russo. Americani, inglesi, tedeschi e altri vorrebbero la Russia fuori senza discussione. Il presidente del Cio, Thomas Bach, vorrebbe una soluzione più morbida. Intanto l’Agenzia internazionale antidoping (Wada) ha riaccreditato il laboratorio di Rio de Janeiro, sospeso lo scorso 24 giugno perché non conforme gli standard previsti dall’Isl (International standard for laboratories).

Nello specifico era stato commesso un errore considerato grave fra gli esami sottoposti che il laboratorio di Rio aveva addebitato ad un problema occorso ad un nuovo e costosissimo apparecchio. Problematica poi risolta. Le provette di sangue e urine prelevate ai Giochi di Rio non dovranno così essere trasportate in laboratori stranieri per le analisi del caso con i risultati dei test olimpici che si avranno in poche ore. “Tutte le parti in causa hanno lavorato per risolvere le problematiche identificate, affinché il laboratorio potesse funzionare nel migliore dei modi per i Giochi olimpici e paralimpici”, ha dichiarato Olivier Nigli, direttore generale della Wada.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

Guarda anche...

vladimir-putin

Vladimir Putin: “Pronti a ripristinare i rapporti con gli Usa”

“Abbiamo sentito le dichiarazioni elettorali dell’allora candidato alla Casa Bianca Donald Trump mirate a ripristinare …

boldini

Boldini. Painter of the Belle Époque: presso il Museo Statale dell’Ermitage

Dopo la Repubblica Popolare Cinese, approda per la prima volta in Russia una mostra dedicata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi