Home | Tempo d'Europa | La pena di morte in Turchia comporterebbe la fine del negoziato di accesso Ue
Mina-Andreeva

La pena di morte in Turchia comporterebbe la fine del negoziato di accesso Ue

La reintroduzione della pena di morte in Turchia comporterebbe la fine del negoziato di accesso all’Unione europea. La posizione è stata ribadita dalla portavoce della Commissione Mina Andreeva, dopo le affermazioni del presidente Erdogan nell’adunata di ieri a Istanbul.

La portavoce ha anche ricordato che una delle condizioni preliminari per l’appartenenza alla Ue è l’abolizione della pena capitale. Commentando le parole di Erdogan che ha accusato l’Europa di non fare obiezioni contro Stati Uniti, Giappone e Cina che pure hanno la pena di morte, una fonte dell’esecutivo ha osservato: “Nessuno di quei paesi ha chiesto di aderire all’Unione europea…”.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

Guarda anche...

Erdogan

Migranti: Erdogan ricatta l’Unione Europea

Il presidente e il premier ceco, Milos Zeman e Bohuslav Sobotka, hanno definito “un ricatto …

Parlamento di Strasburgo

Parlamento europeo chiede sospensione dei negoziati con la Turchia

Il Parlamento europeo invita Commissione e governi Ue a sospendere temporaneamente i negoziati di adesione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi