Home | In Attualità | Il Manifesto di Ventotene: l’origine dell’ Europa moderna ‘libera e unita’
Altiero-Spinelli

Il Manifesto di Ventotene: l’origine dell’ Europa moderna ‘libera e unita’

C’era innanzitutto l’idea di abbattere gli Stati nazionali, alla base del ‘Manifesto per l’Europa’ scritto a Ventotene da Altiero Spinelli, Eugenio Colorni ed Ernesto Rossi tra il 1941 e il 1944. Culture diverse – un ex comunista, un socialista e un liberale – ma un destino comune da confinati, tutti e tre vittime del regime fascista e spettatori forzatamente passivi di una guerra mondiale. Durante gli anni di soggiorno forzato sull’isola pontina cercarono di studiare le cause del conflitto in corso arrivando alla convinzione, come scrive Colorni nella prefazione, che “la contraddizione essenziale, responsabile delle crisi, delle guerre, delle miserie e degli sfruttamenti che travagliano la nostra società, è l’esistenza di Stati sovrani” che inevitabilmente considerano “gli altri Stati come concorrenti e potenziali nemici”.

Questi i “princìpi fondamentali” attorno ai quali è costruito il Manifesto: “Esercito unico federale, unità monetaria, abolizione delle barriere doganali e delle limitazioni all’emigrazione tra gli Stati appartenenti alla federazione, rappresentanza diretta dei cittadini ai consessi federali, politica estera unica”.

Il passo fondamentale è il superamento degli Stati nazionali: “Il problema che in primo luogo va risolto e fallendo il quale qualsiasi altro progresso non è che apparenza, è la definitiva abolizione della divisione dell’Europa in Stati nazionali sovrani”.

Lo Stato europeo, ovviamente, dovrà garantire “una vita libera, in cui tutti i cittadini possano partecipare veramente alla vita dello Stato”.

Iscriviti alla Newsletter (16712)

Guarda anche...

silvia-costa

Silvia Costa: l’Europa della cultura riparte da Ventotene

Roma, 22 agosto 2016. «Ha ragione Matteo Renzi: solo dalla cultura e dai valori e …

Renzi-Merkel-Hollande

Ventotene: vertice per consolidare l’intesa Germania-Francia-Italia

La nuova Ue deve ripartire da Ventotene, soprattutto dallo spirito di padri dell’Europa come Altiero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi