Home | In Attualità | Terremoto, Matteo Renzi: ‘Ricostruire in fretta ma bene e con trasparenza’
matteo-renzi

Terremoto, Matteo Renzi: ‘Ricostruire in fretta ma bene e con trasparenza’

“C’è una ricostruzione da coordinare nel modo più saggio e più rapido. Giusto fare in fretta, ma ancora più giusto fare bene e soprattutto con il coinvolgimento delle popolazioni interessate”. Il presidente del consiglio Matteo Renzi ha affidato a una lunga nota su Enews le sue considerazioni sulla fase del post terremoto. “La ricostruzione dovrà avvenire nel modo più trasparente con l’aiuto di strutture come l’Autorità Anti Corruzione presieduta da Cantone ma anche con la massima trasparenza online”.

Per questo, spiega il premier, “ogni centesimo di aiuti sarà verificabile a cominciare da quelli inviati via sms dagli italiani al numero della protezione civile (Sms al numero 45500, ancora attivo per chi vuole dare una mano)”. 

Il progetto Casa Italia – Il piano di Renzi per la ricostruzione, ribattezzato Casa Italia, servirà “a tenere più al riparo la nostra famiglia, la nostra casa. Un progetto di lungo respiro, che richiederà anni, forse un paio di generazioni. Ma il fatto che sia un progetto a lungo termine, non è un buon motivo per non iniziare subito”.

“In Casa Italia immagino di inserire non solo i provvedimenti per l’adeguamento antisismico ma anche gli investimenti sulle scuole, sulle periferie, sul dissesto idrogeologico, sulle bonifiche e sui depuratori, sulle strade e sulle ferrovie, sulle dighe, sulle case popolari, sugli impianti sportivi e la banda larga, sulle manutenzioni, sui beni culturali e sui simboli della nostra comunità”.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Guarda anche...

Matteo Renzi

Matteo Renzi al Colle, dimissioni congelate

Un colloquio di trenta minuti al Colle del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con il …

Matteo Renzi

Referendum costituzionale: vince il NO. Matteo Renzi si dimette

Matteo Renzi riconosce la sconfitta nel referendum sulle riforme costituzionali. Il popolo italiano “ha parlato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi