Home | In Cultura | Renzi, Franceschini e Grasso danno il patrocinio al Premio Penisola Sorrentina
Dario-Franceschini

Renzi, Franceschini e Grasso danno il patrocinio al Premio Penisola Sorrentina

Anche l’edizione 2016 del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito” incassa la fiducia istituzionale da parte delle più alte cariche dello Stato. La manifestazione che accende l’autunno di Piano di Sorrento puntando alla destagionalizzazione turistica si svolgerà sotto il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo. “È un riconoscimento da parte dello Stato che ci inorgoglisce e che avvalora il nostro pluriennale lavoro nel segno dell’arte e della passione civile. Da anni, infatti, la Presidenza del Consiglio dei Ministri attesta il valore culturale e, soprattutto, la valenza nazionale del Premio artistico dedicato ad un angolo meraviglioso dell’Italia come la Penisola Sorrentina”, afferma il direttore artistico Mario Esposito.

Al corredo istituzionale dell’evento si aggiunge anche l’invio di un riconoscimento da parte del Presidente del Senato Pietro Grasso, che pure ha deciso di patrocinare la manifestazione culturale, che, da rito, si svolgerà a Piano di Sorrento il 29 ottobre. “ComunicARTE” è il tema scelto per la ventunesima edizione, in cui saranno premiati autori, giornalisti ed artisti del panorama nazionale. Esposito ha già messo in moto la giuria, che anche quest’anno vede rappresentanti della cultura e dello spettacolo tra cui il giornalista e scrittore Magdi Cristiano Allam, l’autore televisivo RAI Gustavo Verde (figlio del famoso Dino Verde, cui è dedicata una speciale sezione giunta alla terza edizione e vinta nei due anni precedenti da Lino Banfi e Pippo Baudo ), l’attrice Francesca Cavallin. “Uno spazio speciale sarà riservato quest’anno alla poesia, nel senso della sua diffusione attraverso rassegne, festival, stagioni teatrali ”, confida Esposito, autore del format prodotto dal Simposio delle Muse, ente di cultura e di promozione sociale. Il Premio “Penisola Sorrentina” fu fondato nel lontano 1996 dal poeta Arturo Esposito come concorso di poesia per poi diventare negli anni, dopo la sua morte, una rassegna nazionale di eventi con premiazioni multimediali e multi tematiche. Nell’albo d’oro figurano diverse personalità nelle più svariate categorie: politica, giornalismo, spettacolo, letteratura.

Dal Presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga al fondatore del Partito Democratico Walter Veltroni; dal direttore de “Il Giornale” Alessandro Sallusti al Consigliere politico del Presidente Silvio Berlusconi e Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti; da Magdi Cristiano Allam a Paolo Del Debbio e Mario Giordano; dal direttore generale della Rai Mauro Masi ai direttori delle testate giornalistiche delle reti ammiraglie Mario Orfeo e Marcello Masi; dai poeti neoavanguardisti e fondatori del Gruppo 63 Edoardo Sanguineti ed Elio Pagliarani ad Alberto Bevilacqua e Roberto Vecchioni; dal Premio Oscar per il film Amadeus Fred Murray Abraham al Premio Oscar per le musiche de “La vita è bella” di R. Benigni, Nicola Piovani. E poi bellissime pagine in rosa da Sandra Mondaini a Bianca Guaccero, da Alessandra Viero a Serena Rossi. da Lina Sastri a Isa Danieli.

Un Premio di consolidato valore e di vedute trasversali con un contesto in cui – come affermò il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio rivolto all’organizzazione – “assumono particolare rilevanza gli interventi che sostengono l’innovazione e che riconoscono il valore dell’istruzione e della conoscenza come fattori insostituibili di progresso”. L’ appuntamento è allora a Piano di Sorrento il 29 ottobre per la ventunesima edizione della prestigiosa kermesse culturale.

Iscriviti alla Newsletter (16711)

Guarda anche...

vertice-berlino

Berlino: l’ultimo vertice di Obama con i capi di Stato e di Governo Ue

Obama lascia l’Europa. L’ultima visita da presidente degli Stati Uniti dopo 8 anni. Adesso toccherà …

unione-europea

Italia blocca il bilancio Ue: “Servono più risorse”

L’Italia ha “confermato la riserva”, ovvero ha sostanzialmente posto il veto alla proposta di compromesso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi