Home | In Attualità | Germania: batosta per Angela Merkel, boom della destra xenofoba
germania

Germania: batosta per Angela Merkel, boom della destra xenofoba

Batosta per Angela Merkel nelle elezioni regionali in Meclemburgo dove, nella sua “patria” politica, i populisti di destra dell’Afd volano e sorpassano il suo partito cristiano-democratico Cdu facendo leva sull’opposizione alla politica migratoria della cancelliera.

Spd primo partito, tracollo della Cdu della Cancelliera – Dopo le proiezioni anche i risultati definitivi diffusi dall’agenzia Dpa hanno conefrmato che nelle elezioni regionali in Meclemburgo il partito Cdu della cancelliera Angela Merkel, col 19,0% dei voti, e’ stato superato dai populisti di destra anti-migranti dell’alternativa per la germania (afd) che hanno ottenuto il 20,8%. A vincere e’ stato il partito socialdemocratico col 30,6% dei voti. La Cdu ha dunque perso 4,0 punti rispetto alle precedenti elezioni del 2011, quando gia’ aveva avuto il peggior risultato di sempre in Meclemburgo, e la Spd 5,0. l’Alternativa per la Germania (Afd) si presentava per la prima volta alle elezioni per il parlamento regionale. Gli altri “risultati finali provvisori” annunciati dall’agenzia tedesca attribuiscono il 13,2% (-5,2 punti) al partito di sinistra Linke e 4,8% (-3,9) ai Verdi che quindi escono dal Landtag di Schwerin assieme ai Neonazisti della Npd (3,0%, -3,0 punti). gia’ fuori erano i liberali della Fdp che hanno ottenuto il 3,0% (in aumento di 0,2 punti rispetto alle precedenti elezioni). l’affluenza, in aumento di 10,1 punti, e’ stata del 61,6%.

Petry, la donna che fa paura alla Merkel – Petry, la quarantenne leader dell’Alternative für Deutschland che quest’anno ha già ottenuto successi in tre elezioni regionali, ha esultato per il “tonfo” di Merkel “nel suo collegio elettorale del Meclemburgo”, causato dalla “sua catastrofica politica sull’immigrazione”. Il riferimento è alla decisione presa esattamente un anno fa dalla cancelliera di aprire temporaneamente le frontiere tedesche per disinnescare la crisi dei profughi bloccati in Ungheria e la “possibilità” che a suo avviso i flussi migratori offrono per la Germania. Tutti i partiti sono stati bocciati perché “per troppo tempo non hanno ascoltato gli elettori”, ha arringato ancora Petry riferendosi alle perdite che avrebbero avuto anche il partito di sinistra Linke e i verdi.

Iscriviti alla Newsletter (16713)

Guarda anche...

deutsche-telekom

Germania: black out per Deutsche Telekom

Un portavoce della Deutsche Telekom ha detto all’agenzia stampa tedesca Dpa che l’azienda è probabilmente …

patriza-toia

Patrizia Toia: “Reazione scomposta della Germania dimostra cambio verso dell’Europa”

“Se le regole si fanno a Bruxelles valgono per tutti. La reazione scomposta del ministro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi