Home | In Attualità | Puglia: vendemmia a rischio a causa del maltempo

Puglia: vendemmia a rischio a causa del maltempo

“Bombe d’acqua e nubifragi hanno duramente colpito la Puglia dove adesso è in pericolo la vendemmia nei campi allagati e si contano i danni con vigne atterrate e coltivazioni di ortaggi pronti per la raccolta distrutti dalla furia dell’acqua che ha allagato aziende e magazzini con la perdita dei prodotti stoccati e danni a strutture e macchinari”.

E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti sugli effetti del violento nubifragio che ha colpito duramente la provincia di Foggia con frane e smottamenti ma si teme per la raccolta delle uve anche a Taranto, Brindisi e Lecce.

“Se non si riuscira’ ad entrare presto nei vigneti allagati l’uva matura – sottolinea la Coldiretti – andra’ perduta e la vendemmia compromessa in una regione che la seconda produttrice a livello nazionale con un enorme potenziale di mercato grazie al processo di qualificazione produttiva”.

In provincia di Bari – continua la Coldiretti – “il rischio piu’ grande lo corre l’uva da tavola che per le incessanti e violente piogge potrebbe spaccarsi se non ci sara’ un miglioramento del clima. Difficolta’ alla viabilita’ nelle campagne della Regione per la presenza di detriti sulle strade allagate e danni a strutture e macchinari”.

“Siamo di fronte – sottolinea Coldiretti – ad un repentino capovolgersi del tempo conseguente ai cambiamenti climatici in atto che in Italia si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi anche con il rapido passaggio dalla siccita’ all’alluvione, precipitazioni brevi e violente accompagnate anche da grandine con pesanti effetti sull’agricoltura italiana che negli ultimi dieci anni – conclude la Coldiretti – ha subito danni per 14 miliardi di euro a causa delle bizzarrie del tempo”.

Guarda anche...

pesce

Pesca. Coldiretti: correggere sanzioni pesanti su taglie minime

Correggere le pesanti sanzioni relative allo sbarco e messa in commercio del pescato sotto-taglia minima …

pasta

Etichetta d’origine per la pasta: il decreto arriva a Bruxelles

L’etichettatura di origine obbligatoria per il grano usato per produrre la pasta risponde all’ esigenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi