Home | In Attualità | Libia: Farnesina conferma il rapimento di due italiani

Libia: Farnesina conferma il rapimento di due italiani

La Farnesina ha confermato all’agenzia Ansa il rapimento di due italiani in Libia. “Il ministero è informato di questa vicenda e fin da questa mattina – quando ne ha avuto notizia – sta seguendo gli sviluppi insieme alle altre articolazioni dello Stato”. Secondo quanto si apprende, si lavora con il massimo riserbo tenuto conto della delicatezza della situazione.

Il sindaco della città libica di Ghat ha dichiarato alla stampa che “degli sconosciuti hanno rapito questa mattina tre lavoratori stranieri che lavorano per conto della società italiana Con.I.Cos. sulla strada che porta all’aeroporto Ghat. La zona è controllata dal governo d’Accordo nazionale riconosciuto dalle Nazioni Unite – ha continuato il sindaco Qawmani Mohammed Saleh precisando – Una delle persone sequestrate è di nazionalità canadese, mentre gli altri sono italiani. Stiamo effettuando ogni sforzo per conoscere il gruppo dei sequestratori e il luogo dove sono tenuti i rapiti”. Al momento non risultano rivendicazioni.

Guarda anche...

migranti

Francia, Germania, Ue e Spagna promuovono Italia su accordi con Libia e Ong

Italia promossa a pieni voti da Germania, Francia, Spagna e l’Alto rappresentante Ue per le …

Allarme dell’Onu: crisi umanitaria in Libia

In Libia “oltre 2,4 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria” e la crisi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi