Home | Festival | Roma Fringe Festival 2016: il 27 settembre la finale al Quirinetta
roma-fringe-festival-2016

Roma Fringe Festival 2016: il 27 settembre la finale al Quirinetta

Dopo due intense settimane di teatro a Villa Ada Roma Incontra il Mondo in collaborazione con Viteculture e Arci Roma e con la direzione artistica di Fringe Italia, il 27 settembre nella suggestiva cornice liberty del Quirinetta di Roma, ci sarà la finale nazionale del Roma Fringe Festival 2016 che vedrà protagonisti i due spettacoli più apprezzati da critica e pubblico e a seguire le premiazioni e la festa di chiusura.

Sul palco del Quirinetta, dove negli anni si sono esibiti i grandi nomi dello spettacolo italiano, da Elio Germano ad Erri De Luca, per la finale del Roma Fringe Festival 2016 andranno in scena 9841/Rukeli di e con Gianmarco Busetto, Compagnia Farmacia Zoo:È (ore 21.00) e La Fanciulla con il Cesto di Frutta regia di Francesco Colombo con Marco Celli, Michele Ragno Adalgisa, Manfrina Grazia Capraro (ore 22.30).

Poetico e realista, in grado di sfruttare le tecnologie delle video proiezioni live streaming, abilmente inserite nel contesto di un monologo di teatro civile d’impatto, ad aprire la serata alle 21.00 sarà la compagnia veneta Farmacia Zoo:È con Gianmarco Busetto in 9841/Rukeli, la storia del pugile tedesco di origine sinti Johann Trollmann detto Rukeli, considerato dagli esperti uno dei più grandi boxer di tutti i tempi, precursore del moderno modo di fare boxe. La sua storia, pur con tutto il suo carico di dolore, di discriminazione e d’ingiustizia, resta una delle più affascinanti (e delle meno raccontate) del periodo nazista.

Alle 22.30, sarà poi la volta dell’esilarante, irriverente e giocoso La Fanciulla con il Cesto di Frutta, una prova registica e attoriale di livello, con la regia di Francesco Colombo e con Marco Celli, Michele Ragno Adalgisa, Manfrina Grazia Capraro. Siamo in un museo, precisamente a Galleria Borghese, Roma; il personaggio raffigurato nel quadro di Caravaggio “Il fanciullo con la canestra di frutta”, rompe il silenzio assordante che regna nella sala ed inizia a parlare. “Nessuno mi conosce, nessuno sa chi sono, nessuno si ricorda di me”: si tratta di Mario Minniti, modello di Caravaggio e pittore siciliano, “intrappolato per l’eternità” dentro la sua cornice. È così che inizia a prendere vita un divertente, originale e inedito dialogo tra Minniti, il dipinto, e Caravaggio, il suo creatore, entrambi interpretati da Marco Celli.

Dalle 23.30, sempre sul main stage del Quirinetta, verrà premiato non solo il vincitore decretato dalla giuria di qualità, ma anche tutti i premi e menzioni speciali espresse durante l’arco dell’intero festival.

Di seguito le nomination alle quali si aggiungeranno il Premio del Pubblico, il Premio della Critica Periodico Italiano Magazine, il Premio Comedy, il Premio Spirito Fringe, il Premio Attore Emergente.

Premio Special Off: Viviamoci di Giorgia Gigia Mazzucato, Noi Che Vi Scaviam La Fossa, Antigone Fotti La Legge di Giovan Bartolo Botta, Tre Once di Lana Nera di Maria Chiara Tofone, Giacomo Troianiello Emanuele Principi.

Miglior Drammaturgia: La Cena delle Verità di Andrea Di Vincenzo, Francesco Rizzo Sandro, Calabrese Nora Godano, Viviamoci di Giorgia Gigia Mazzucato, Palmina Amara Terra Mia di Giovanni Gentile con Barbara Grilli, Rukeli di Gianmarco Busetto Farmacia Zoo:È, Mozza di Claudia Gusmano.

Miglior Regia: Il Cielo è Cosa Nostra di Francesco Colombo, La Fanciulla con La Cesta di Frutta, Noi Che vi Scaviam La Fossa di Vania Castelfranchi

Miglior Attrice: Claudia Gusmano, Giorgia Gigia Mazzucato, Chiara Becchimanzi, Mariagrazia Torbidoni.

Miglior Attore: Gianmarco Busetto, Pietro Pace, Giovan Bartolo Botta, Matteo Paino Mirco Orciatici Luca Lollobrigida (candidatura collettiva per Noi Che vi Scaviam La Fossa).

Guarda anche...

in-trattament

“In-trattament” di Fabrizio Catarci, il 6 dicembre al Teatro Trastevere

L’Associazione Culturale Teatro Trastevere è lieta di presentare lo spettacolo evento: In-trattament, una commedia che …

sessolose

Sessolosé – mia madre non lo deve sapere: dal 13 dicembre al Teatro Trastevere di Roma

Dopo i successi dell’ultima stagione con “Non ti fissare. Tu chiamale se vuoi ossessioni” e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi