Home | Dischi & Novità | Daft Punk e The Weeknd in ‘Starboy’, la nuova collaborazione

Daft Punk e The Weeknd in ‘Starboy’, la nuova collaborazione

Annunciata oggi in tutto il mondo la collaborazione dell’anno: DAFT PUNK e THE WEEKND, insieme per un nuovo singolo STARBOY, da oggi nelle radio e negli store digitali di tutto il mondo e un nuovo album che porta lo stesso titolo, “STARBOY”, dal 25 novembre in tutti i negozi tradizionali e digitali.

Avevamo lasciato THE WEEKND, nome d’arte del cantante e produttore discografico canadese Abel Tesfaye (classe 1990), questa estate quando era impegnato in un lungo tour dopo essere stato protagonista durante gli ultimi Grammy Awards con ben 7 nomination tra cui “Album of the Year” e “Best Urban Contemporary Album” per “BEAUTY BEHIND THE MADNESS” e “Record of the Year” e “Best Pop Solo Performance” per la hit mondiale “Can’t Feel My Face” (triplo platino in Usa e triplo Platino in Italia).

Ma non solo, anche la sua “Earned It” (Disco di Platino in Italia), brano inserito nella Colonna Sonora di “Cinquanta sfumature di grigio”, ha ottenuto tre nomination per “Best R&B Performance, “Best R&B Song” e “Best Song Written for Visual Media”.

“BEAUTY BEHIND THE MADNESS”, che oltre a “Can’t Feel My Face”, “The Hills” (certificato Triplo Platino in USA e Platino in Italia) e “In the Night” (Oro in Italia), contiene collaborazioni importantissime tra cui Ed Sheeran e Lana Del Rey, ha debuttato al #1 nella classifica americana degli album solo con i preordini, è stato per tre settimane consecutive al #1 della Billboard 200 ed è stato l’album più ascoltato dell’anno su Spotify.

“The Hills” ha scalzato “Can’t Feel My Face” (dopo 3 settimane di permanenza al #1) dalla Billboard Hot 100 rimanendoci a sua volta 5 settimane, consentendo a The Weeknd, primo artista maschile dal 2014, di conquistare la vetta della classifica con due brani consecutivamente. Con questo risultato The Weeknd è l’undicesimo artista a “battere sé stesso” nella storia della Hot 100.

Nato in Ontario, Abel Tesfaye adotta lo pseudonimo The Weeknd all’età di 17 anni, quando inizia ad approcciarsi alla musica. Si guadagna l’attenzione dei media nel 2010 dopo avere caricato su YouTube alcune sue tracce, inclusa una realizzata con il rapper Drake.

Tra il 2011 e il 2012 produce tre mixtape (il primo, “House of Baloon” viene acclamato dalla critica e riceve una nomination ai Polaris Music Prize 2011) che vengono poi pubblicati insieme con il nome di “Balloons Trilogy”, con recensioni molto positive dai siti e dalle riviste specializzate, come MTV, Pitchfork Media, Rolling Stone. Nello stesso periodo partecipa all’album “Take Care” di Drake, collabora con Wiz Khalifa al brano “Remember You” e con Ricky Hill al brano “Nomads”. Nel maggio 2013 pubblica il brano “Kiss Land”, che anticipa il disco omonimo pubblicato nel settembre seguente, raggiungendo la seconda posizione della Billboard 200. Altri singoli inclusi nell’album sono “Belong to the World” e “Live for” (feat. Drake). L’anno successivo partecipa alla hit mondiale “Love Me Harder” di Ariana Grande, collaborazione che gli da la celebrità mondiale che merita.

Guarda anche...

The Weeknd

The Weeknd: arriva oggi STARBOY, il nuovo disco

Tra gli album più attesi del 2016 arriva oggi “STARBOY”, il nuovo disco di THE …

The Weeknd

The Weeknd agli MTV EMAs 2016

La stella multiplatino dell’alternative R&B, The Weeknd, scalderà Rotterdam questa domenica agli MTV EMAs 2016. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi