Home | In Cultura | Firenze: riprendono le visite nel Corridoio Vasariano

Firenze: riprendono le visite nel Corridoio Vasariano

Riprendono le visite nel Corridoio Vasariano. Si tratta di un utilizzo temporaneo (fino al 30 novembre) e ‘blindato’ del percorso che unisce gli Uffizi e Palazzo Pitti, dopo che la Direzione delle gallerie aveva ottenuto l’autorizzazione dal comando provinciale dei Vigili del fuoco e dopo che è stata completata la specifica formazione antincendio del personale. Considerata l’assenza di uscite di emergenza tra i due ingressi al Giardino di Boboli e alla Galleria degli Uffizi, le visite saranno sottoposte a una serie di vincoli tassativi: numero massimo di 22 persone per gruppo, ovvero 19 visitatori più gli accompagnatori, tra i quali due unità appositamente formate per i casi di rischio elevato di incendio; la compresenza massima all’interno del Corridoio non dovrà superare le 88 persone, incluso il personale interno, e sarà limitata a visitatori che non abbiano difficoltà motorie.

Newsletter

Guarda anche...

Galleria degli Uffizi

Firenze: gli Uffizi hanno superato i 2 milioni di visitatori nel 2016

La Galleria degli Uffizi ha superato i 2 milioni di visitatori in un anno: è …

fuochi-artificio

Capodanno 2017, ecco gli eventi in programma

Ogni anno sono milioni gli italiani che scelgono le piazze per trascorrere la notte di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi