Non c’è più religione: il nuovo film di Luca Miniero, dal 7 dicembre al cinema

Da uno dei re della nuova commedia italiana, Luca Miniero arriva dal 7 dicembre l’esilarante “Non c’è più religione” che evoca le atmosfere, sperando di bissarne il successo, di Benvenuti al Sud (e i successivi Benvenuti al Nord, Un boss in salotto e La scuola più bella del mondo).

Una commedia esilarante sull’Italia di oggi, che si arrangia come può, dove l’unica religione che conta è la fantasia, protagonisti Claudio Bisio, Alessandro Gassmann, Angela Finocchiaro, Nabiha Akkari, Giovanni Cacioppo, Laura Adriani, Mehdi Meskar, Paola Casella, Massimo De Lorenzo. Scritto da Sandro Petraglia e Astutillo Smeriglia è prodotto da Cattleya con Rai Cinema.

Sinossi – Il bambinello del presepe vivente è cresciuto: ha barba e brufoli da adolescente e nella culla non ci sta proprio. Bisogna trovarne un altro a tutti i costi! Una commedia esilarante sull’Italia di oggi, multietnica, senza figli e che si arrangia come può, con un lama al posto del bue e tre amici in lotta fra loro, al posto dei re Magi. Un presepe vivente così non si vedeva da 2000 anni nella piccola isola di Porto Buio.

Newsletter

Non c'è più religione - Luca Miniero
Descrizione

Guarda anche...

Fabrique du Cinéma Awards

Tutti i vincitori dei Fabrique du Cinéma Awards

Ieri il cinema italiano ha festeggiato i suoi talenti più luminosi al Teatro Sala Umberto …