Claudio Baglioni: oggi a Norcia consegnati 700 mila euro raccolti dal concerto benefico “Avrai”

“L’Umbria è la terra dei miei genitori. Le mie radici, dunque, affondano qui. E Castelluccio e la sua piana sono due tra gli angoli del nostro Paese ai quali sono più legato in assoluto. Da qui, infatti, sono partiti raduni, concerti e alcuni tra i miei progetti artistici più importanti: da “Fratello Sole e sorella Luna” – una delle mie primissime incisioni: ’72 per il film di Zeffirelli – all’avventura di “Capitani Coraggiosi” che ha preso le mosse proprio da Castelluccio nell’estate 2015.”

Lo ha dichiarato Claudio Baglioni, confermando la propria presenza a Norcia, venerdì 3 febbraio prossimo – insieme all’Ecc.mo Monsignor Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, all’Ecc.mo Mons. Fernando Vergez Alzaga, LC, Segretario Generale del Governatorato, e Domenico Giani, Comandante della Gendarmeria Vaticana – per la consegna di parte del milione e mezzo di euro ricavato dal concerto benefico “Avrai” e dei 7mila euro raccolti dai bambini di Bangui – la capitale della Repubblica Centrafricana – per i loro coetanei di Norcia.

Il concerto “Avrai” – organizzato dalla Fondazione O’scia’ Onlus insieme alla Gendarmeria Vaticana – si è tenuto il 17 dicembre 2016, all’Aula Nervi – Città del Vaticano – ed è stato trasmesso in mondovisione attraverso Rai Italia – regia di Duccio Forzano – e le emittenti televisive cattoliche collegate con il CTV, e via radio, in diretta mondiale, a reti unificate, da Radio Vaticana, RTL 102.5 e Radio Zeta l’Italiana. L’intera serata – prodotta da Fep Group – è stata sostenuta da Siae e Poste italiane.

I fondi raccolti contribuiranno alla ricostruzione sicura dell’unico luogo di aggregazione sociale del territorio: il Centro Parrocchiale Madonna delle Grazie di Norcia e all’ospedale pediatrico di Bangui.

“Ritrovarsi a Norcia, con Monsignor Galantino, Monsignor Vergez e il Comandante Giani – ha sottolineato Baglioni – significa dare concretezza a parole quali vicinanza e solidarietà, dimostrando che, a volte, le parole possono essere “pietre” anche in senso positivo, vale a dire mattoni che aiutano a ricostruire ciò che la furia della natura distrugge”.

“Ma soprattutto – ha concluso Baglioni – siamo qui per sottolineare il grandissimo valore di umanità e fratellanza del gesto dei bambini di Bangui, i quali – pur vivendo in un Paese, la Repubblica Centrafricana, che è all’ultimo posto nella classifica mondiale per quanto riguarda il PIL pro-capite – non ci hanno pensato due volte a tendere la mano ai loro piccoli amici di Norcia. Un gesto che è una grande lezione per tutti noi e che fa sperare nel fatto che “Fratello Sole” tornerà presto a riscaldare case e cuori”.

Newsletter

Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni
Descrizione

Guarda anche...

Claudio Baglioni porterà “Dodici Note” in altri due luoghi d’arte unici al mondo

Un concerto di pop-rock sinfonico, che spazia dalle sonorità della grande orchestra classica con coro …

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi