A TTG Incontri la destinazione digitale

Anche quest’anno la 2/a edizione del Premio Italia Destinazione Digitale si terrà a Rimini Fiere, nell’ambito della rassegna TTG incontri dal 12 al 14 ottobre, in contemporanea con Sia Guest (il salone dell’accoglienza alberghiera) e Sun (dedicato all’outdoor, stabilimenti balneari e camping) e alla cui conferenza inaugurale, il 12 ottobre, è previsto l’intervento del ministro dei Beni culturali, della Cultura e del Turismo Dario Franceschini. L’Oscar delle regioni e dei territori italiani in fatto di reputazione digitale – scrive una nota – è diventato fattore chiave nei processi di gestione e promozione delle destinazioni turistiche.

Il premio è frutto di una analisi effettuata su oltre 7 milioni di recensioni online (un milione in più rispetto al 2016) apparse sui canali Booking.com, Tripadvisor, Expedia, Google, relative a più di 200 mila strutture ricettive tra alberghiere, extralberghiere e appartamenti (+80 mila). In collaborazione con TTG Incontri, il riconoscimento è a cura di Travel Appeal, la startup partecipata da H-Farm che monitora e analizza in tempo reale i dati online del settore travel dedicati agli operatori del turismo. “L’incidenza di Tripadvisor è passata in un anno dal 21% al 20%, quello di Booking.com dal 78 al 79% – spiega Mario Romanelli sales manager di Ta -, la vera novità è l’affermarsi di Google, ovvero delle piattaforme che chiedono al cliente una recensione, una foto”. Continuano comunque a crescere i canali Booking.com (+11%) e lo stesso Tripadvisor (ma con una crescita più lenta, +6,4%), ma è diventata Google la piattaforma più performante nell’immediato e per il futuro. Sempre in tema di turismo digitale, l’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano presenta per il quarto anno i propri dati nel corso di TTG Incontri. Secondo la ricerca 2017, il Turista Digitale italiano fa zapping tra canali fisici e digitali, passando da un canale all’altro con frequenza. “Tra chi prenota l’alloggio sulle Online Travel Agency (36%) solo il 7% utilizza un solo strumento per ispirarsi e per fare ricerca sulla propria vacanza – spiega Filippo Maria Renga, direttore dell’osservatorio Innovazione digitale nel Turismo del Politecnico di Milano – mentre il 93% usa più strumenti nelle prime fasi del Digital Tourist Journey.

Tra quelli più utilizzati in fase di ispirazione prevalgono le opinioni delle persone: online, sotto forma di recensioni e commenti (33%), ma anche offline, con i ‘vecchi’ consigli di parenti e amici (31%). In fase di ricerca si passa dai motori di ricerca (45%) alle Online Travel Agency (33%), ai siti di recensioni (28%). Non esistono combinazioni prevalenti e più il turista è ‘digitale’, più aumenta il suo potenziale di infedeltà alla ricerca dell’offerta migliore”. (fonte ANSA)

Newsletter

Guarda anche...

maurizio battisti

Maurizio Battista summer tour 2021

Un grandissimo ritorno sul palcoscenico per Maurizio Battista che porta in tour uno show inedito: …