Turismo e imprese balneari: per crescere occorrono certezze

SIB-Confcommercio, Fiba-Confesercenti e Oasi-Confartigianato nel corso dell’assemblea al SUN di Rimini: “Turismo e imprese balneari: per crescere occorrono certezze” hanno espresso dubbi e perplessità sulla possibilità che l’attuale Governo possa approvare il ddl di riforma sulle concessioni demaniali prima dello scioglimento delle Camere.

Le principali Associazioni di categoria chiedono a tutte le Forze politiche di lavorare insieme al fine di inserire, in un provvedimento legislativo in itinere, almeno tre dei punti più importanti della delega e, cioè: quello inerente la durata dei titoli, l’indennizzo legato al valore commerciale di impresa e la riforma dei canoni con abrogazione dei valori OMI.

Atti concreti verificabili che si rendono indispensabili per assicurare certezza nel futuro alle imprese balneari italiane che giocano un ruolo primario e trainante nel fenomeno turistico del Paese.

Alla riunione erano presenti, tra gli altri, gli onorevoli Sergio Pizzolante e Tiziano Arlotti (relatori al disegno di legge n. 4302 per il riordino delle concessioni) e Marco Scajola (Assessore all’Urbanistica Regione Liguria e Coordinatore nazionale del Tavolo Interregionale sul Demanio marittimo).

Newsletter

Guarda anche...

sib

SIB. Utilizzo dei bene oltre il 31 dicembre

All’interrogativo dei colleghi balneari che non hanno ancora ricevuto il provvedimento di differimento della scadenza …

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi